Rossi attacca Yamaha
|

Valentino Rossi attacca la Yamaha: «Non capisco se hanno voglia di vincere»

Rimanere lontani dal gradino più alto del podio per una persona abituata a inanellare successi deve esser stato frustrante. E questa mattina Valentino Rossi si è scagliato contro la Yamaha rea, secondo lui, di non voler più vincere ed essersi lasciata trascinare a fondo dallo sconforto per la forza di Marc Marquez e della sua Honda. Le accuse alla «sua» moto sono arrivate questa mattina in un’intervista rilasciata al sito ufficiale della MotoGp, all’antivigilia del weekend di gara sul circuito britannico di Silvertsone.

LEGGI ANCHE > Valentino Rossi è una furia contro Marquez: «È pericoloso, ho paura di stare in pista con lui»

«Non capisco se hanno voglia di vincere – ha dichiarato Valentino Rossi al sito Motogp.com -. Manca ancora molto alla fine della stagione ed è frustrante non riuscire a migliorare». Domenica la gara di Silverstone, dove Marc Marquez ha vinto una sola volta in MotoGp, ma resta comunque il favorito per questa corsa e per il Mondiale. «Ora sono secondo, è una buona posizione ma credo sia difficile tenerla fino alla fine – ha spiegato il numero 46 -. La cosa peggiore è che non sono abbastanza veloce per mettere pressione a Marquez. Per me è fondamentale capire se la Yamaha voglia sforzarsi per risolvere questa situazione».

Rossi attacca Yamaha, lo sconforto di vedere gli sviluppi Honda e Ducati

I 59 punti di distacco dal leader del Mondiale Marc Marquez – che equivalgono a oltre due gare di vantaggio – sono l’emblema delle difficoltà della Yamaha a tenere il passo con il rivali della Honda che, negli ultimi anni, hanno portato avanti uno sviluppo sostanziale delle proprie moto, così come fatto anche dalla Ducati. E a Valentino Rossi sono rimaste le poche briciole guadagnate lottando come un forsennato con un mezzo di gran lunga inferiore alle rivali. Il suo ultimo successo – che equivale anche all’ultima vittoria della Yamaha in MotoGp – risale a 21 gare fa nel Gran Premio di Olanda del 25 giugno dello scorso anno, quando Rossi vinse al fotofinish precedendo Danilo Petrucci e Marquez.

Rossi attacca Yamaha, domenica a Silverstone l’ennesima caccia a Marquez

«Non siamo al massimo perché spesso in questa stagione – prosegue Valentino Rossi – ho guidato molto bene e sono certo che con un prototipo più competitivo avrei potuto lottare per la vittoria in molte occasioni». Il problema, dunque, è la moto e non la sue età: «Fisicamente mi sento molto in forma quest’anno – conferma il Dottore -. Ed è un peccato essere fermato solo dai problemi alla moto, mi sento molto forte. Mi alleno tanto e sto bene. Arrivo a fine gara che potrei tranquillamente fare altri cinque giri a tutta».

(foto di copertina: Manuel Blondeau via ZUMA Wire)