Treviso, aereo da turismo precipita dopo aver tranciato i cavi dell’alta tensione: 2 morti

di Redazione | 16/08/2018

incidente aereo turismo

La gita di Ferragosto si trasforma in tragedia a Cimadolmo, in provincia di Treviso, in un’area attraversata dal fiume Piave. Un aereo da turismo con a bordo due persone è precipitato dopo aver tranciato di netto i cavi dell’alta tensione. Nulla da fare per i due passeggeri, Matteo Passatello e Ornella Pillot originari di Villorba: i due sono morti sul colpo.

LEGGI ANCHE > Gli accorgimenti per cercare di sopravvivere a un incidente aereo

Incidente aereo turismo a Cimadolmo, la dinamica

L’incidente è avvenuto nel tardo pomeriggio della giornata di ieri, 15 agosto 2018. Intorno alle 18 il piccolo velivolo da turismo, dopo aver toccato i cavi dell’alta tensione, avrebbe preso fuoco e sarebbe precipitato al suolo. Non c’è stata alcuna possibilità di salvataggio delle due vittime, nonostante l’intervento rapido dei Vigili del Fuoco della centrale di Treviso e del distaccamento di Motta di Livenza. Sul posto, anche gli operatori del 118.

La zona in cui si è schiantato l’aereo da turismo è un’area di difficile accesso da terra. I residenti del posto si sono subito insospettiti quando hanno visto una colonna di fumo nero partire da lì. Le successive indagini saranno condotte dai Carabinieri di San Paolo di Piave, che hanno immediatamente eseguito i primi rilievi sull’aereo da turismo precipitato a Cimadolmo.

Incidente aereo turismo, due morti

L’aereo precipitato era un piper PA 18. A guidarlo era Matteo Passatello, mentre Ornella Pillot era il passeggero: entrambi avevano circa 40 anni. Il decesso, stando a quanto appurato dai soccorritori, sarebbe avvenuto a causa del violento impatto con il suolo. L’incidente con i cavi dell’alta tensione ha provocato un improvviso black-out nella zona circostante.

[FOTO: screenshot da Twitter del video dei Vigili del Fuoco]