Dal silenzio alla svolta social, il premier Conte esce dal guscio

di Redazione | 12/08/2018

Conte

Il premier Giuseppe Conte è determinato a uscire dal binomio di un governo giallo-verde dominato dalle figure di Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

LEGGI ANCHE > Salvini commenta la Moschea di Bologna: «Robe da matti»

Governo Conte, bilancio social

I due ministri e vice-premier hanno senza dubbio dominato la scena politica del Paese dal 4 marzo in poi. In questi giorni, procedendo in direzione contraria, il primo ministro vuole offrire un altro volto agli italiani: quello della rassicurazione.

Non è dato sapere se la rottura del silenzio sia da riferirsi a una sua maggiore confidenza con le telecamere, fatto sta che l’8 agosto, dopo mesi di assoluto silenzio nelle mura domestiche, ha tenuto una conferenza stampa e dopo ha conversato con i giornalisti presenti spumante in mano per festeggiare il suo compleanno.

Successivamente ha pubblicato il suo primo video su Facebook dove, con tono mai aggressivo, ha promosso l’azione di governo giallo-verde e insistendo sull’ormai famoso cambiamento e rispettabilità che l’Italia ha guadagnato sulla scena internazionale.

Conte secondo solo a Matteo Salvini

Secondo Fabio Martini de La Stampa, questo tono rassicurante viene raccontato e “venduto” agli elettori. Come se ci fosse l’idea, da parte dei Cinque Stelle, di completare l’offerta: c’è Luigi Di Maio, leader di lotta e di governo, c’è Roberto Fico che guarda a sinistra e c’è Giuseppe Conte che rassicura. Una proposta che sembra funzionare: in nove settimane, il presidente del Consiglio ha conquistato 645mila amici su Facebook, ma nell’ultima settimana, da quando si fa vedere di più, l’incremento di “amicizie” si è trasformato in un boom. In sette giorni Conte ha ottenuto l’amicizia di 14.952 nuovi follower: nessun altro personaggio politico (a parte Matteo Salvini) ha avuto la stessa lievitazione”.

Quel Matteo Salvini che continua, a dispetto della sua posizione di minoranza, a essere il vero deus ex machina mediatico del governo Conte.

(Foto credits: Ansa)