Di Maio, Salvini e la telefonata per fermare Tria sul bonus 80 euro

di Redazione | 10/08/2018

tria

Una telefonata di primo mattino tra Luigi Di Maio e Matteo Salvini per stoppare il ministro dell’Economia Giovanni Tria e l’ipotesi di rottamazione del bonus di 80 euro in busta paga per i lavoratori dipendenti, introdotto dal governo Renzi. È uno dei retroscena raccontato oggi dai quotidiani relativo alle divergenze all’interno del governo sulla manovra economica che dovrà essere presentata a ottobre. I due vicepremier sarebbero molto preoccupati per la gestione dei conti da parte del titolare di via XX Settembre, con il timore che possa presentarsi nelle prossime settimane e nei prossimi mesi senza offrire la possibilità ai due azionisti di maggioranza, M5S e Lega, di avviare le principali promesse elettorali.

80 euro, telefonata Di Maio-Salvini per stoppare Tria

Come sottolineano Carmelo Lopapa su Repubblica e Amedeo La Mattina sulla Stampa, a Di Maio e Salvini non sono piaciute le ultime uscite di Tria sugli 80 euro e chiedono risorse per finanziare flat tax e reddito di cittadinanza senza rinunciare al bonus. Ma l’ipotesi della cancellazione non viene esclusa dal ministro. La coperta è corta e Tria potrebbe presentarsi a settembre offrendo pochi margini ai due leader. Pesa la necessità di restare all’interno dei vincoli di bilancio europei, le stime al ribasso sul pil, dall’1,5 all’1,2%, il rischio di un giudizio negativo dei mercati. Perfino le modifiche alla legge Fornero potrebbero allontanarsi.

La telefonata Di Maio-Salvini avrebbe avuto dunque un tono allarmato, dopo una prima lettura dei giornali, che evidenziavano il rischio di una rottamazione degli 80 euro. I due si sarebbero poi trovati d’accordo sull’obiettivo di non dare l’idea che il governo giallo-verde possa mettere le mani nelle tasche degli italiani. Poco dopo la conversazione ieri Di Maio è uscito da Palazzo Chigi chiarendo ai giornalisti che l’aumento dell’Iva non ci sarà e non ci sarà lo stop al bonus di Renzi. «Questo governo non vuole fare il gioco delle tre carte, non tireremo la coperta da una parte per scoprire dall’altra e non metteremo le mani in tasca ai cittadini». Poi Salvini sui social network: «Il governo non pensa di togliere gli 80 euro e non vuole aumentare l’Iva». Tria stoppato.

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / GIUSEPPE LAMI)