Medaglia Fields Figalli
|

Medaglia Fields ad Alessio Figalli, il «Nobel della matematica» torna in Italia dopo 44 anni

Dopo 44 anni la Medaglia Fields viene assegnata a un italiano. Il riconoscimento, considerato il «Premio Nobel della matematica» è andato ad Alessio Figalli, 34enne professore ordinario al Politecnico di Zurigo. L’ultimo nostro connazionale a ricevere la Medaglia era stato Enrico Bombieri nel 1974. Il Premio è stato istituito nel 1936 e assegnato dall’Unione Matematica Internazionale.

LEGGI ANCHE > Due politici norvegesi vogliono dare il Nobel per la Pace a Donald Trump

«Questo premio mi dà tantissima gioia – ha dichiarato Alessio Figalli all’agenzia Ansa -, è qualcosa di cosi grande che mi risulta difficile credere di averlo ricevuto». Il comitato, che si riunisce ogni quattro anni per scegliere la personalità da insignire con la Medaglia Fields, ha scelto il matematico italiano «per i suoi contributi al trasporto ottimale, alla teoria delle equazioni derivate parziali e alla probabilità».

Medaglia Fields Figalli, l’orgoglio italiano nella Matematica

«È un grande stimolo per il futuro – ha proseguito Figalli -, che mi motiverà a continuare a lavorare nei miei settori di ricerca per cercare di produrre studi di altissimo livello». La nuova Medaglia Fields italiana, all’età di 34 anni ha già al suo attivo 140 pubblicazioni che affrontano una numerose problematiche: dal trasporto ottimale – su cui ha anche scritto la tesi di dottorato – alla frontiera libera, il campo di studi a cui più si sta dedicando negli ultimi anni.

Medaglia Fields Figalli, dagli studi classici al «Nobel della Matematica»

Nato a Roma nel 1984, Alessio Figalli ha studiato prima al Liceo Francesco Vivona – istituto della Capitale, in zona Eur – prima di intraprendere gli studi universitari all’Università Normale di Pisa. Successivamente il dottorato in Italia e Francia, ottenendo la borsa di ricerca al Cnr transalpino per poi diventare professore a Austin, in Texas, e infine al Politecnico di Zurigo. La Medaglie Fields è solo l’ultimo dei riconoscimenti ottenuti da Figalli: da quello della Società Europea di Matematica nel 2012, alla Stampacchia Gold Medal nel 2015, passando per l’O’Donnel Award in Science conferito dall’Accademia di Medicina, Ingegneria e Scienza del Texas nel 2016 e il Premio Feltrinelli Giovani.