Salvini last-minute, dopo il no di Maiorca arriva l’invito vacanziero dall’Austria

di Enzo Boldi | 30/07/2018

Salvini austriaco

Quando non sai dove andare in vacanza, tra mete ridondanti e piene di gente, ecco che arrivano gli amici in soccorso con suggerimenti non banali. È più o meno quanto successo a Matteo Salvini, che nelle ultime ore ha ricevuto un’offerta di villeggiatura lontana da ombrelloni, spiagge e mare. Qualche giorno da trascorrere a Wels, cittadina dell’Austria del Nord, tutto pagato dal partito FPÖ, tra pascoli erbosi e temperature meno rigide rispetto alla costa adriatica. E a Maiorca.

LEGGI ANCHE > Ischia, l’hotel che ti offre lo sconto se sostieni Salvini

L’invito ufficiale a Matteo Salvini è arrivato dal vice-governatore della regione dell’Alta Austria, Manfred Haimbuchner, e dal sindaco di Wels Andreas Rabl, entrambi del partito nazionalista e di destra populista FPÖ (Freiheitliche Partei Österreichs), più comunemente conosciuto come Partito della Libertà Austriaco. Una risposta alla dichiarazione del comune di Maiorca che – in seguito alle polemiche sulla questione sbarchi dei migranti e porti chiusi – aveva dichiarato il Ministro dell’Interno italiano una «persona non gradita».

Salvini austriaco, no dalla Spagna e sì dalle alture di Wels

A decidere la messa al bando di Salvini, era stato il massimo organo rappresentativo della più grande isola delle Baleari, che ha voluto condannare in modo simbolico, con decisione presa in seduta plenaria, la politica decisa dal ministro degli Interni sui temi legati all’immigrazione. Nel testo del provvedimento preso dall’assemblea di Maiorca, si legge che la scelta è dovuta alla completa «Assenza di garanzie di conformità ai diritti umani offerte dalle politiche migratorie europee». E il Ministro dell’Interno se ne è fatto una ragione.

Salvini austriaco, l’invito dai populisti dell’FPÖ


Di tutta risposta, come ormai è solita abitudine, Matteo Salvini aveva risposto agli spagnoli con un post sul proprio profilo Facebook con su scritto «Primo bagno dell’anno! Viva la Romagna, altro che Maiorca, baci ai rosiconi», corredato da una sua selfie in spiaggia e spalle al mare dell’Adriatico. Chissà se ora, dopo qualche giorno trascorso tra le acque dell’Emilia Romagna, il Ministro dell’Interno accetterà l’invito dei colleghi – politicamente e intellettualmente – austriaci di trascorrere qualche giorno tra i 60mila abitanti di Wels.

 

(foto di copertina: dal profilo Twitter di Matteo Salvini)