Macron Benalla
|

La risposta di Macron non richiesta: «Benalla non è il mio amante»

Nessuno lo ha richiesto esplicitamente, ma il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron deve averlo percepito. Davanti ai deputati della sua maggioranza, riuniti alla Maison de l’Amérique Latine, l’uomo politico che sta attraversando il momento più difficile per la sua presidenza ha affermato: «Alexandre Benalla non è il mio amante e non possiede i codici nucleari».

LEGGI ANCHE > Il leader populista e sacerdote che definisce Macron un piccolo gay carino

Maron Benalla, la risposta del presidente spiazza tutti

Emmanuel Macron è stato raggiunto da una mozione di sfiducia per il caso della sua guardia del corpo, Benalla appunto, filmata mentre il 1° maggio scorso ha aggredito dei manifestanti in maniera violenta. Due persone sono state letteralmente pestate dalla guardia del corpo di Macron, una scena che ha sollevato una serie di polemiche senza precedenti per il numero uno di En Marche.

«Quel che è successo il primo maggio è grave, serio. Per me è stata una delusione, un tradimento. Nessuno accanto a me o nel mio gabinetto è mai stato protetto o sottratto alle regole e alle leggi della Repubblica». Macron non si sottrae alle sue responsabilità e si mette in gioco in prima persona per provare a risolvere la situazione davanti agli occhi degli esponenti politici che lo sostengono e di fronte all’opinione pubblica.

Macron Benalla, il presidente si assume le sue responsabilità

«Se cercano un responsabile, il solo responsabile, sono io e io solo. Sono io che ho dato fiducia a Alexandre Benalla. Sono io che ho confermato la sanzione (due settimane di sospensione, ndr). Questa non è la Repubblica dei capri espiatori, la Repubblica dell’odio. Non si può essere capi solo nella buona sorte. Se vogliono un responsabile, è davanti a voi. Che vengano a cercarmi. Io rispondo al popolo francese, al popolo sovrano».

Insomma, Macron non vuole scaricare su altre persone la cattiva gestione del caso di Benalla. E osa affrontare anche un argomento su cui l’opinione pubblica chiacchiera e si interroga continuamente da quando si è insediato all’Eliseo. La freddezza con cui afferma – senza aver ricevuto nessuna richiesta esplicita in merito – «Benalla non è il mio amante» ha spiazzato tutti.