sondaggi
|

Il M5S non guadagna un voto, mentre la Lega raddoppia: tutti i sondaggi a confronto

Il M5S stabile o in flessione. La Lega in costante crescita. È il dato che emerge dal confronto dei sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani ad eventuali nuove elezioni politiche pubblicati nelle ultime settimane da alcuni dei principali istituti demoscopici. A luglio il numero di rilevazioni sul consenso dei partiti è diminuito, ma dalla media delle percentuali è evidente il volo del partito di Matteo Salvini al 27-31% dal 17,4% ottenuto il 4 marzo scorso e il leggero calo del Movimento guidato da Luigi Di Maio al 28-31% dal 32,7% delle urne.

 

LEGGI ANCHE > Davide Casaleggio: «Il Parlamento? Forse sarà inutile»

 

Sondaggi politici: sale ancora la Lega, cala il M5S. È testa a testa

Più nel dettaglio, stando ai dati diffusi dall’8 luglio ad oggi da Quorum, Emg Acqua, Bidimedia-Bi3, Swg e Ipsos, la Lega oscilla tra il 27,5 e il 30,1% dei consensi, il Movimento 5 Stelle si muove tra il 28,1 e il 31,5%, il Partito Democratico invece tra il 17 e il 19,3%, Forza Italia varia tra il 7,7 e il 10,2%. Pochi giorni prima della nascita del governo Conte, a fine maggio, la media di 10 sondaggi di dieci diversi autori indicava il M5S al 31,4%, il Carroccio al 23,1, il Pd al 18, Forza Italia al 12,5. Dunque sembra essere la Lega l’unica delle due forze di governo ad avvantaggiarsi dalle iniziative dell’esecutivo e dal giudizio positivo degli italiani.

 

sondaggi
(Tabella di: Giornalettismo)

 

Cresce il centrodestra, male sinistra e centrosinistra

Eloquente è il confronto tra coalizioni. Un ipotetico schieramento di centrodestra vale oggi in media, considerando i 5 sondaggi che abbiamo confrontato, il 42,5% dei voti, tra il 41,5% di Bidimedia-Bi3 e il 43 di Emg Acqua. Due mesi fa la media di dieci sondaggi indicava il 40,2%. Fratelli d’Italia è sempre vicino al 4%. È ancora su livelli bassi poi il centrosinistra. Il Pd continua a muoversi intorno al 18% di media. Mediamente lo schieramento composto anche da formazioni minori come +Europa sfiora il 21%. Infine, la sinistra. Liberi e Uguali nei sondaggi si ferma in 3 casi su 5 sotto lo sbarramento del 3%.

(Foto di copertina da archivio Ansa)

TAG: sondaggi