La fine dell’era Marchionne fa cadere i titoli di Fca e Ferrari in Borsa

di Redazione | 23/07/2018

marchionne fca

Avvio pesante per i titoli Fca e Ferrari in Borsa per la fine dell’era dell’amministratore delegato Sergio Marchionne, ricoverato nell’ospedale universsitario di Zurigo, in terapia intensiva e in condizioni irreversibili.  Fiat Chrysler Automobiles ha fatto registrare un -4,3% a 15,71 euro a Piazza Affari nella prima seduta dopo l’avvicendamento tra il manager italo-canadese e Mike Malley alla guida del Gruppo. Ma non è riuscita a fare prezzo nemmeno Ferrari. Il titolo del Cavallino rampante (-5% teorico), alla cui presidenza siede Louis Carey Camilleri, e pure Cnh (-2,54% a 8,59 euro), guidata ora da Suzanne Heywood.

Finisce l’era Marchionne, in Borsa giù i titoli di Fca, Ferrari, Cnh ed Exor

A frenare in Borsa a Milano sono tutti i titoli della scuderia Agnelli-Elkann. Debole anche Exor (-4,59% a 54,08 euro) a monte della catena. Ferrari ha segnato un forte calo (un -5% a 113,5 euro) dopo un prolungamento dell’asta di pre-apertura.

Le condizioni stazionarie

In mattinata risultano stazionarie le condizioni di Marchionne. Non ci sono conferme da parte di Fca né sono previsti bollettini medici. Il top manager è nell’ospedale di Zurigo da oltre tre settimane dopo un’operazione alla spalla destra che si doveva risolvere con un breve periodo di convalescenza. Le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate nei giorni scorsi, tanto che è stato accelerato il processo di transizione nel gruppo automobilistico.

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / MASSIMO PERCOSSI)