fabrizio palermo
|

Chi è Fabrizio Palermo, il (probabile) nuovo ad di Cassa Depositi e Prestiti

Alla fine è arrivata la fumata bianca. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e i ministri dell’Economia Giovanni Tria e di Lavoro e Sviluppo Economico Luigi Di Maio, insieme al Sottosegretario Giancarlo Giorgetti, hanno raggiunto oggi l’intesa sul nome di Fabrizio Palermo, attuale direttore finanziario di Cassa Depositi e Prestiti, come nuovo amministratore delegato dell’Istituto. A darne notizia sono state le agenzie di stampa citando come fonte ambienti ministeriali.

Chi è Fabrizio Palermo, ad di Cdp

Fabrizio Palermo, classe 1971, perugino, è stato preferito come ad di Cdp a Dario Scannapieco. Nella sua carriera ha avuto incarichi di vertice in grandi aziende di Stato e nelle istituzioni finanziarie. Si è laureato in Economia e Commercio alla Sapienza di Roma. È poi stato analista finanziario a Londra per la divisione investment banking della banca d’affari Morgan Stanley. Nel 1998 è approdato alla multinazionale di consulenza strategica McKinsey, presso la quale hanno lavorato anche altri noti manager italiani, da Corrado Passera ad Alessandro Profumo, da Paolo Scaroni ad Ettore Gotti Tedeschi. Grazie all’esperienza in McKinsey, dove è rimasto fino al 2005, Palermo si è specializzato in ristrutturazioni aziendali. Successivamente è entrato nell’orbita delle aziende statali. A Fincantieri è stato assunto come Direttore business development e corporate finance. Nel 2011 ne è diventato vicedirettore generale, incarico mantenuto fino al 2014. Dal 2006 al 2014 è stato direttore finanziario. Il passaggio a Cassa Depositi e Prestiti è arrivato nel 2014. Ha mantenuto l’incarico di consigliere di Fincantieri. Fa anche parte del consiglio del fondo Atlante, il fondo per le banche, lanciato per salvare gli istituti di credito in difficoltà.

(Foto: ANSA / WWW.CDP.IT)