Lealtà Azione rivendica il successo di due candidati della Lega

di Redazione | 07/03/2018

Lealtà Azione

Lealtà Azione, un gruppo di estrema destra con dichiarate simpatie neonazista, ha rivendicato l’elezione di due leghisti al Parlamento e al Consiglio regionale della Lombardia. Il gruppo neofascista, attivo prevalentemente in Lombardia, è  l’associazione politica più vicina alla rete degli Hammerskin, un movimento neonazista nato negli Usa che sostiene la supremazia della razza bianca.

Lealtà Azione rivendica il successo di due candidati della Lega

Lealtà Azione rappresenta però un’evoluzione del mondo neonazista, visto che a differenza degli estremisti di destra più radicali, confinati nei loro sottomondi, ha deciso di collaborare con altri partiti istituzionali, in primis la Lega Nord. Massimiliano Bastoni, consigliere comunala del Carroccio a Milano, è stato eletto al Consiglio regionale della Lombardia anche grazie al sostegno esplicito di Lealtà Azione, come scritto sul loro profilo Facebook.

LEGGI ANCHE> COCA-COLA REVOLUTION, STA PER LANCIARE IL SUO PRIMO DRINK ALCOLICO DI SEMPRE

«In questa tornata elettorale ci siamo impegnati per sostenere la candidatura di Max Bastoni. Un amico che in tempi non sospetti si è sempre esposto e battuto per temi a noi cari, portando avanti battaglie condivise in Comune a Milano e non solo…È quindi con immenso orgoglio che oggi ne celebriamo l’elezione alla Regione grazie, anche, al nostro sudore. Con la stessa gioia celebriamo l’elezione alla Camera nel collegio 5 di Milano di Igor Iezzi, un amico col quale abbiamo condiviso battaglie sia in Comune che in Consiglio di Municipio 8», rimarcano i neofascisti milanesi.

Il legame tra Lealtà Azione e Lega Nord suscita da tempo polemiche, anche in casa del Carroccio. Roberto Maroni ha più volte criticato Salvini per i rapporti con gli estremisti di destra, coltivato all’inizio della sua segretaria tra il 2013 e l’inizio del 2014 quando la Lega sembrava sul punto della scomparsa.

Salvini ha poi rotto con CasaPound dopo che il suo partito è tornato forte nei consensi, a partire dalla fine del 2014, ma a Milano il legame con Lealtà Azione non si è interrotto, tanto che esponenti della Lega non si fanno problemi a esser sostenuti pubblicamente da un gruppo neonazista.

Lealtà Azione annuncia inoltre che con Iezzi e Bastoni la collaborazione continuerà. «Siamo certi che sia solo l’inizio di un bellissimo percorso fatto di battaglie a difesa dei valori e della Tradizione. Quando Lealtà Azione scende in campo lascia il segno! Avanti tutta!»