Adinolfi su Trump positivo: «Noi protetti dal Signore»

Il fondatore del popolo della Famiglia racconta la sua esperienza

di Enzo Boldi | 02/10/2020

Adinolfi su Trump positivo
  • Il commento di Mario Adinolfi su Trump positivo

  • Racconta di come il Signore abbia protetto lui e chi ha partecipato al congresso del PdF

  • Nessun contagiato nonostante le attività collettive

La notizia del contagio di Donald Trump e della First Lady Melania ha fatto il giro del mondo in pochi istanti. Molti politici e presidenti hanno fatto i propri auguri di pronta guarigione al numero uno della Casa Bianca. Tra chi ha espresso un pensiero su questo caso, c’è anche Mario Adinolfi su Trump positivo. Il fondatore de Il Popolo della Famiglia ha fatto un parallelo tra quanto accaduto negli Stati Uniti e cosa è successo a lui dopo il congresso Nazionale del PdF. E, secondo lui, nessuno dei partecipanti si è contagiato grazie alla protezione del Signore.

LEGGI ANCHE > Mario Adinolfi spiega che il Popolo della Famiglia voterà no al referendum sul taglio dei parlamentari

Il racconto arriva dalla pagina Facebook di Mario Adinolfi che spiega come tre settimane fa, al termine di un mese costellato da 35 eventi pubblici per la campagna elettorale, ci sia stato il congresso del Popolo della Famiglia. Hanno partecipato a quell’evento 250 persone che hanno vissuto, dormito e mangiato insieme per molto tempo. Nessuno di loro, fortunatamente, è risultato contagiato dal Coronavirus.

Adinolfi su Trump positivo e la protezione del Signore

«A margine della notizia della positività di Trump al virus mi è venuto chiaro in mente che se fai una vita politica molto attiva e incontri molte persone è davvero difficile non rimanere contagiati. Al congresso nazionale del PdF eravamo in 250, abbiamo dormito e mangiato e lavorato tutti insieme, in poco più di un mese ho fatto 35 iniziative di campagna elettorale e nessuno di noi ha contratto il COVID. Posso dirlo ormai perché dal congresso sono passate tre settimane. Il Signore ci ha protetto, ha voluto che non accadesse nulla a nessuno di noi per via della nostra attività condotta insieme. E chissà che questa positività di Trump e Melania non sia invece un modo di aiutare il suo rush finale – ha detto Mario Adinolfi su Trump positivo -. Di certo sarà un elemento determinante della volata verso il 3 novembre. Certo che tutti quelli che dicevano che il virus non esiste ed è solo un gran complotto da oggi possono riporre i loro arnesi in soffitta e rinsavire».

(foto di copertina: da profilo Facebook di Mario Adinolfi)