Il sindaco di Forte dei Marmi blasta Nicola Porro: «Chi mi paga lo stipendio? Lo do ai concittadini in difficoltà»

di Ilaria Roncone | 17/05/2020

  • Nicola Porro ha attaccato il sindaco di Forte dei Marmi in un sui video

  • Murzi ha deciso di rispondere e lo ha fatto blastando il vicedirettore del Giornale

  • «Io non prendo lo stipendio da tre anni»

Non gliela manda di certo a dire il sindaco di Forte dei Marmi a Nicola Porro. Il vicedirettore vicario del Giornale, durante un suo video in diretta, ha esplicitamente accusato Bruno Murzi – primo cittadino della località toscana – di aver dato il permesso di tornare a giocare a tennis solamente ai residenti di Forte dei Marmi. Il tono accusatorio e aggressivo ha mosso il diretto interessato che – sottolineando come Porro parli solo quando non c’è possibilità di contraddittorio – ha voluto spiegare come stanno realmente le cose a partire dal suo stipendio.

LEGGI ANCHE >>> Nicola Porro positivo al Covid-19

«Io non prendo lo stipendio, verso i miei soldi alle persone in difficoltà»

 

«Prima di parlare di Covid devo togliermi un sassolino dalla scarpa»: queste le parole con cui Murzi dà il via allo sfogo sui social per rispondere a Nicola Porro, che lo ha pubblicamente accusato senza dargli la possibilità di difendersi. «Complimenti a questi geni alla De Luca, a quell’altro, il sindaco di Forte dei Marmi, che dice che potete giocare a tennis ma dovete essere residenti. Complimenti, bravo sindaco», con tanto di applauso. E la provocazione arrogante: «Chi ca**o te lo paga lo stipendio? I tuoi residenti o i tre mesi di ville della gente che viene». Forma e contenuti non sono andati giù al sindaco, che già nella prima parte dell’intevento blasta Porro: «A me lo stipendio non me lo paga nessuno perché io ci ho rinunciato fin dal primo giorno in cui sono stato eletto sindaco. Tu l’hai mai fatto in vita tua? Hai mai rinunciato ai soldi che ti hanno dato?».

«Tu continui a parlare non sapendo di cosa parli»

Il sindaco Murzi continua a parlare, accusando Porro di populismo: «Parli senza contraddittorio di cose che non sai e cerchi di offendere gli altri senza manco sapere di cosa stai parlando». E chiarisce il punto definitivo rispetto al giocare a tennis nel suo comune – questione che vale, in realtà, per tutti i comuni d’Italia allo stato attuale delle cose -: «Neanche i milanesi, parmensi, i napoletani, i romani potrebbero venire a giocare a tennis a Forte dei Marmi perché il decreto ministeriale e l’ordinanza n. 50 del presidente della regione vietano i movimenti interregionali». La conclusione finale: «Io mi sono un po’ rotto i co**ioni di avere gente come te, supponente e senza contraddittorio, continua a gettare discredito sulla gente».

(Immagine copertina dall’intervento di Murzi)