Il ministro Costa ha saputo della sua riconferma dalla tv

di Enzo Boldi | 05/09/2019

Sergio Costa

Nell’epoca dei social e delle trattative politiche che vengono fatte a mezzo stampa, la storia di Sergio Costa sembra essere completamente distante dagli standard che si sono instaurati in quella che è stata definita la Terza Repubblica. Intervistato da Il Corriere della Sera, il ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ha rivelato di aver saputo della sua riconferma al dicastero dalla televisione, mentre Giuseppe Conte ha fatto il suo nome dopo aver incontrato il presidente Sergio Mattarella per sciogliere la riserva sul suo incarico.

«Quando l’ho sentito dalla televisione, confesso, mi sono emozionato. Non appena Conte ha letto il mio nome in tv – ha dichiarato Sergio Costa a Il Corriere della Sera -. alcuni dipendenti del ministero sono entrati nella mia stanza, e avevano in mano un vassoio con i bicchieri di vetro e due bottiglie di spumante bio. Sembrava una festa di compleanno». Sorpresa ed emozione, con una conferma che non sembrava essere scontata anche se sull’operato del suo dicastero, nel corso dei 14 mesi di governo con la Lega, non ci sono state molte contestazioni.

Sergio Costa e la conferma dalla tv

E la lunga attesa in questi venti giorni di trattative, Sergio Costa ha detto di averle passate nella normalità, proseguendo nel suo operato come nulla stesse accadendo: «Non ho voluto seguire, le trattative sulla lista dei ministri. Lunedì sono rimasto a lavorare al ministero, poi martedì, mentre Conte si occupava della formazione del governo, sono voluto tornare a Napoli. Ho giocato a ‘Un, due, tre stella’».

Il primo viaggio: New York con Conte

E l’agenda per il suo secondo mandato (consecutivo) è già piena di eventi. Il primo sarà proprio in compagnia del nuovo/vecchio presidente del Consiglio: « Sono davvero contento di poter continuare il mio lavoro. Il primo appuntamento importante è il 23 settembre a New York, all’Onu, l’assemblea sui cambiamenti climatici – ha detto Sergio Costa -. Ci vado con il premier Conte».

(foto di copertina: ANSA/MASSIMO PERCOSSI)