Omicidio Vannini: 14 anni a Ciontoli. Nove anni e quattro mesi al resto della famiglia

È arrivata la nuova sentenza di condanna nel processo di appello bis

30/09/2020 di Enzo Boldi

Omicidio Vannini

Quattordici anni di carcere. È la condanna per Antonio Ciontoli nel processo di appello bis per l’omicidio (volontario con dolo eventuale) di Marco Vannini. La corte ha condannato a 9 anni e quattro mesi di carcere la moglie di Ciontoli, Maria Pizzillo e i due figli Federico e Martina (per concorso anomalo in omicidio volontario). Si risolve così il caso dell’omicidio Vannini dopo che la Cassazione aveva annullato la prima sentenza d’Appello.

LEGGI ANCHE > La Cassazione sull’omicidio di Marco Vannini: il processo è tutto da rifare

Omicidio Vannini, la sentenza dell’appello bis

«La giustizia esiste, dovete lottare sempre». È stato questo il primo commento a caldo da parte di Marina Conte, madre di Marco Vannini che per anni ha lottato per ottenere verità e giustizia sull’omicidio di suo figlio: «Finalmente dopo più di cinque anni siamo riusciti a dimostrare quello che era palese fin dall’inizio. Marco è morto in quella casa e loro non lo hanno soccorso. Se lo avessero fatto sarebbe ancora qui».

Share this article