Il pentastellato Nicola Clerici definisce Denis Verdini «un massone»

18/10/2019 di Enzo Boldi

Il confronto televisivo tra i due Matteo, andato in onda martedì scorso su Rai 1 negli studi di Porta a Porta, non è piaciuto a molti. Tra i tanti detrattori – non tanto per lo spettacolo offerto, ma per la poca simpatia nei confronti dei protagonisti della serata, c’è anche il pentastellato Nicola Clerici. L’avvocato, candidatosi con il Movimento 5 Stelle alle ultime elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo (lo scorso 26 maggio) ha pubblicato sul proprio profilo Facebook un fotomontaggio macchiettistico, con la presenza di un ex senatore toscano.

LEGGI ANCHE > Matt-ego vs Matt-ego: il pagellone del confronto televisivo a suon di «gne gne gne»

L’immagine ripresa è quella della stretta di mano a tre tra Matteo Salvini, Matteo Renzi e il conduttore-moderatore Bruno Vespa. La fotografia ha accompagnato tantissimi degli articoli pubblicati per raccontare quella serata negli studi di Porta a Porta. Una sorta di immagine virale che è stata presa, modificata e pubblicata da Nicola Clerici sul proprio profilo Facebook, con una pesante accusa nei confronti di Denis Verdini, presente nel fotomontaggio al posto del giornalista padrone di casa.

Nicola Clerici (M5S) e il post su Renzi, Salvini e Verdini

Non sappiamo se quell’immagine girasse già in rete e sia stata solamente ricondivisa da Nicola Clerici. Al di là dell’ironia che suscita quel fotomontaggio, le parole scritte dall’ex candidato M5S alle Europee sono molto pesanti. Accuse di massoneria e non solo. Perché la valanga sull’ex senatore di Ala – che fu uno dei protagonisti del patto del Nazareno, collante dell’alleanza tra Renzi e Berlusconi – si abbatte anche sui due protagonisti della serata.

L’accusa di Massoneria

«Quello sulla sinistra è fidanzato con la figlia di quello in centro. Quello sulla destra è amico d’infanzia di quello al centro e con cui ha governato insieme – ha scritto Nicola Clerici a corredo del fotomontaggio -. Quello al centro è un massone condannato più volte per bancarotta fraudolenta. Alcune menti deboli preferiscono quello a destra, altre quello a sinistra. Non hanno capito che chi dirige e comanda tutto è quello al centro». Il tutto condito da un hashtag che chiede: Fuori la massoneria dalla politica.

(foto di copertina: da profilo Facebook di Nicola Clerici)

Share this article