Arriva alla Corte di Cassazione il progetto di legge costituzionale per il referendum sull’Italexit

di Enzo Boldi | 27/05/2020

Italexit

Tra i sostenitori di questo programma c’è anche Vittorio Sgarbi. In questo ore Italia Libera, nuovo soggetto politico, sta depositando presso la Corte di Cassazione il proprio progetto di legge Costituzionale di iniziativa popolare. Si tratta della ‘Indizione di un referendum di indirizzo sul recesso dello Stato dall’Unione Europea’. Insomma, di parla di Italexit. Un’iniziativa che, come si legge molto spesso sui social, è sostenuta da una piccola, ma discreta, porzione di italiani.

LEGGI ANCHE > Salvini sul Recovery Fund: «L’Italia non chiede soldi agli altri, ma quelli che ha versato nelle casse dell’Europa»

«Un’iniziativa a lungo studiata con esperti ed accademici che rappresenta il primo passo per la riconquista della sovranità politica, fiscale e monetaria – spiega Italia Libera, il nuovo soggetto politico che si è fatto carico di depositare alla Corte di Cassazione il progetto di legge costituzionale di iniziativa popolare -. Liberarsi da questa Unione Europa è assolutamente necessario per consentire un nuovo Rinascimento dell’Italia, culla della cultura e protagonista della storia».

Italexit, arriva il progetto per il referendum

Dopo le valutazioni tecniche sulla fattibilità di questo referendum da parte dei giudici competenti, potrà essere avviata la raccolta firme nelle piazze per raggiungere la quota di 500mila che darebbe il via al passo successivo per realizzare – e portare a termine – questa iniziativa in favore dell’Italexit che potrebbe culminare con una chiamata alle urne per decidere se rimanere o lasciare l’Unione Europea.

La raccolta firme

L’eventuale raccolta firma per chiedere il referendum sull’Italexit seguirà canoni già stabiliti da Italia Libera : si partirà da quei comuni «abbandonati dal Governo durante l’emergenza sanitaria e già messi alle corde dai vincoli europei sui bilanci degli enti locali a partire dal 1999 con il Patto di stabilità interno e dal 2013 con l’equilibrio di bilancio figlio del Fiscal Compact».

(foto di copertina: da pagina Facebook di Vittorio Sgarbi)

TAG: Italexit