Twitter non ha nulla da dichiarare sulla Donato che parla di brogli postali per le elezioni Usa?

L'europarlamentare della Lega ha dato per certi i brogli postali per le Elezioni USA

09/11/2020 di Enzo Boldi

Francesca Donato brogli USA

Il profilo Twitter di Donald Trump è stato ‘martoriato’ dalla censura: il social network ha segnalato tutti quei tweet (decisamente molti) pubblicati dal profilo ufficiale dell’ormai ex Presidente degli Stati Uniti, che contenevano informazioni false e accuse non dimostrate (anzi, smentite dalla stessa Commissione elettorale USA). Accuse di brogli, di voti illegali contati. Insomma, le teorie del complotto ampiamente smentite dalle autorità americane. Un lavoro certosino che, però, sembra aver colpito solamente il quasi ex (lascerà l’incarico nel mese di gennaio) numero uno della Casa Bianca. E, infatti, quel tweet di Francesca Donato brogli USA è ancora ben visibile sulla bacheca social dell’eurodeputata della Lega.

LEGGI ANCHE > La Commissione elettorale USA dice che non ci sono prove di una frode

Francesca Donato (A.K.A. Lady Onorato) aveva scritto l’8 novembre: «Riepilogando: abbiamo un nuovo presidente USA eletto grazie a brogli postali, in Italia una dittatura ‘soft’ che ci massacra economicamente, l’UE in stallo e deflazione, l’Africa che emigra in Europa e la Cina che si compra tutti. Ma ciò che ci angoscia è il Covid».

Francesca Donato brogli USA, ma Twitter non lo cancella

Un pot-pourri di populismo, commistioni di temi ed eventi, condita dalla bufala – visto che è stata smentita dalla stessa commissione elettorale degli Stati Uniti – sui brogli per il voto postale negli Stati Uniti. Tutti racchiusi in un unico tweet pubblicato dall’europarlamentare del Carroccio. Ma, a differenza di quanto avvenuto con Donald Trump, Twitter non è intervenuto.

(foto di copertina: da L’Aria che Tira, LA7 + Tweet di Francesca Donato)

Share this article