Vittorio Feltri e la macabra ironia sul coronavirus: «Invidio i napoletani che hanno avuto solo il colera»

di Enzo Boldi | 21/02/2020

Feltri ironizza su Coronavirus

Una brutta uscita, l’ennesima ormai, di chi prova a fare sarcasmo e ironia su una situazione grave in Italia con cittadine ‘chiuse’ nel tentativo di controllare il contagio. Vittorio Feltri ironizza su Coronavirus e se l’altro giorno ha fatto lo stesso paragonando gli effetti della malattia che ha messo in ginocchio la Cina e allarmato il Mondo ai porti chiusi di salviniana memoria, ora fa riferimento anche al colera a Napoli. L’ennesima battuta fuori luogo del direttore di Libero che, ormai, più che un giornalista è diventato un provocatore da social.

LEGGI ANCHE > Per Feltri il Coronavirus è meglio dei decreti sicurezza

Concetti sparsi e senza senso, credendo di sollevare risate popolari. Il problema è che, scorrendo sotto al suo tweet, si trovano utenti – che, spesso e volentieri, hanno il nome corredato dall’immancabile bandierina tricolore a mo’ di status symbol – rilasciano attestati di stima nei suoi confronti. Anche per questo accostamento che non fa ridere nessuno.

Feltri ironizza su Coronavirus

«Da Lombardo devo ammettere che invidio i napoletani che hanno avuto solo il colera, roba piccola in confronto al Corona». La comicità è tutta sua, come le pacche sulle spalle che ha ricevuto per questo ennesimo vergognoso post. Perché, occorre ricordarlo, Vittorio Feltri non è un influencer social, ma direttore editoriale di una testata e giornalista iscritto all’ordine dei giornalisti che prevede il rispetto di determinate regole deontologiche.

L’apprezzamento sui social

C’è da dire che in molti hanno criticato il Vittorio Feltri ironizza sul Coronavirus, ma sono anche tante le persone che hanno riso per quella che hanno considerato una battuta. Ma non è sarcasmo, né ironia e nemmeno satira. Si tratta dell’ennesima uscita fuori luogo di un personaggio che, ultimamente, ha un solo obiettivo: fare il provocatore.

(foto di copertina: da Fuori dal Coro + Tweet)