Cosa c’è di positivo e cosa c’è di negativo nei dati sul coronavirus del 16 aprile

16/04/2020 di Ilaria Roncone

Anche oggi la quotidiana conferenza stampa della Protezione Civile ci restituisce i dati coronavirus 16 aprile. Rispetto ai numeri che ha comunicato oggi il capo dell’organizzazione Borrelli si può continuare a mantenere un cauto ottimismo. In particolare è stato evidenziato come nelle ultime 24 ore siano stati registrati 1.189 nuovi contagi e 2.072 nuovi guariti in più rispetto alla giornata di ieri (40.164 il totale dei guariti). Il dato sui pazienti deceduti si attesta a +525, portando il totale delle persone morte per coronavirus in Italia a 22.170. Le persone attualmente positive risultato essere 106.607.

LEGGI ANCHE >>> Cosa c’è di positivo e cosa c’è di negativo nei dati sul coronavirus del 15 aprile

Dati coronavirus 16 aprile, cosa c’è di positivo

Nella giornata di ieri i morti per coronavirus sono stati 578, quindi il dato di oggi vede un calo dei deceduti. Prosegue il calo della pressione sulle strutture ospedaliere, con -143 persone in terapia intensiva rispetto a ieri per un totale di 2.936 pazienti ricoverati. Un dato così basso non veniva registrato dal 21 marzo. Anche il dato dei ricoverati per cortonavirus continua ad essere in calo. Il 73% del totale è in isolamento domiciliare. Oggi sono stati fatti 61 mila tamponi, dato maggiore rispetto a ieri. Brusaferro ha confermato il trend discendente che è emerso nei giorni scorsi.

Dati coronavirus 16 aprile, cosa c’è di negativo

Tra i dati negativi della giornata di oggi entra a pieno titolo il bilancio dei medici morti per coronavirus in Italia. Siamo a quota 127 nel tardo pomeriggio della giornata di oggi, come riporta l’ultimo aggiornamento  della Fnomceo (Federazione nazionale Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri). Negli Stati Uniti il bilancio delle vittime della pandemia ha toccato e superato i 30 mila; il dato è destinato ad alzarsi ulteriormente considerato che a partire da domani il conteggio verrà effettuato anche sulle “morti probabili” per coronavirus.

(Immagine copertina dal profilo Twitter YouTrend)

Share this article