La malattia che ci ha portato via anche Carlos Ruiz Zafon

di Redazione | 19/06/2020

Carlos Luis Zafon

Era malato di cancro da diverso tempo Carlos Ruiz Zafòn, autore de L’ombra del vento e di altre opere rimaste nell’immaginario collettivo della letteratura contemporanea come tutte quelle della tetralogia Il cimitero dei libri dimenticati che lo hanno consegnato alla fama mondiale. Zafòn aveva 55 anni e la sua morte è avvenuta nella giornata di oggi nella sua casa di Los Angeles.

LEGGI ANCHE > Addio a Luis Sepulveda, morto per coronavirus

Carlos Ruiz Zafon morto all’età di 55 anni

Lo scrittore era molto conosciuto in Italia, dove la sua opera che lo aveva reso noto al grande pubblico – L’ombra del vento, appunto – aveva venduto oltre un milione di copie.

«Ogni libro, ogni tomo che vedi ha un’anima. L’anima di chi l’ha scritto e l’anima di chi l’ha letto, vissuto e sognato». Con questa frase de L’ombra del vento i suoi account social hanno comunicato ai suoi followers la scomparsa dello scrittore: «Oggi – si legge nel breve comunicato che ha annunciato la scomparsa dell’autore – Carlos Ruiz Zafón è morto a Los Angeles di cancro. Continueremo a sognare con ogni parola che hai scritto».

Carlos Ruiz Zafon aveva completato la tetralogia con Il gioco dell’angelo (2008), Il prigioniero del cielo (2012), concludendosi con Il labirinto degli spiriti (2016), tutti testi editi da Mondadori. Le sue ambientazioni storiche e la metaletteratura presenti nei suoi testi ne hanno sempre caratterizzato il tratto stilistico. Una passione per la lettura che non soltanto animava la sua attività artistica ma che ne era interamente protagonista.