Bolsonaro dice di non essere preoccupato dal Coronavirus perché lui è stato un atleta | VIDEO

di Enzo Boldi | 26/03/2020

Bolsonaro

Se non è preoccupato come dice, perché quando ha smentito la notizia della sua positività al coronavirus ha fatto il ‘gesto dell’ombrello’? Perché quella sua reazione se per lui continua a essere una «influenzetta» o un raffreddore? La propaganda di Jair Bolsonaro sul Covid-19 non sta conoscendo limiti e neanche i dietrofront di Donald Trump negli Usa (parziale) e Boris Johnson nel Regno (totale) lo hanno convinto a fare un passo indietro. Ora, continuando a minimizzare l’emergenza pandemica globale, spiega che lui non è preoccupato perché da giovane era un atleta. La correlazione tra i due fattori sfugge a chiunque.

LEGGI ANCHE > Per Bolsonaro il Covid-19 è un trucchetto mediatico

In Brasile, finora, ci sono state 57 vittime da Coronavirus e 2433 persone risultate positive ai test. Considerando la vastità della Naziona verdeoro e il gran numero di zone franche e dimenticate, le stime potrebbero essere solamente provvisorie. Eppure Bolsonaro continua a fare spallucce con messaggi al popolo di dubbio gusto e con parallelismi talmente irrazionali da sembrare macchiettistici.

Bolsonaro e la non paura del Coronavirus perché era un atleta

Prendiamo come esempio, l’ultimo dei tanti, il recente messaggio alla Nazione diffuso nella giornata di ieri. In questo suo discorso, Bolsonaro ha ribadito la sua intenzione di non chiudere nulla, non limitare la circolazione dei cittadini e di non voler attuare misure che potrebbero arrecare gravi danni al sistema economico brasiliano. Poi, nel bel mezzo di questi proclami, l’ennesima minimizzazione del problema e dell’emergenza sanitaria che non è solo brasiliana, ma Mondiale.

L’influenzetta e il raffreddore

Il presidente del Brasile ha detto che non si sente minimamente preoccupato perché lui ha una storia di atleta e, qualora dovesse essere contagiato dal Covid-19, per lui «non sarebbe niente più che un’influenzetta o un raffreddore». Allora, ancor più oggi, sembra essere ingiustificata la sua reazione al primo test negativo delle scorse settimane.

(foto di copertina: da video RepTV)