Per Bolsonaro il Covid-19 è un trucchetto mediatico

di Daniele Tempera | 23/03/2020

  • Dopo Trump anche Bolsonaro, con qualche settimana di ritardo, attacca chi parla dei pericoli del Covid-19

  • Per il presidente brasiliano è una macchinazione dell'opposizione per metterlo in difficoltà

  • Ma nei sondaggi i suoi consensi calano

Mentre il nuovo Covid-19 minaccia ormai da vicino il Sud America, il Presidente brasiliano passa al contrattacco e torna a ad accusare avversari politici e stampa di ingannare i cittadini sui rischi reali del Coronavirus. Nel weekend in cui molti stati americani hanno preferito chiudere le frontiere attrezzarsi per far fronte alla probabile ondata epidemica Bolsonaro si è scagliato contro l’isteria da nuovo coronavirus, paragonandolo a un’influenza. In particolare il Presidente brasiliano ha duramente polemizzato con i governatori di Rio de Janeiro e San Paolo, che hanno invitato la popolazione a rimanere a casa e imposto misure di quarantena,

“La gente presto vedrà come è stata ingannata da questi governatori, così come dalla stampa, sul caso del nuovo coronavirus” ha detto Bolsonaro, proprio mentre le autorità annunciavano la presenza di 25 morti e 1546 casi di Covid-19 in Brasile.

Come già successo con Trump qualche settimana fa, anche il presidente brasiliano ha dichiarato che il Covid-19 è un’arma utilizzata dalle opposizioni per indebolire la sua presidenza.Ma nonostante le nuove uscite, i sondaggi sembrano non promettere nulla di buono per Bolsonaro: la popolarità del presidente sembra calare a picco nelle grandi città e soprattutto fra le fasce della società più istruite. Segno che trattare con leggerezza una sciagura epocale, quale il Covid-19, potrebbe costare la carriera, anche in vista delle prossime elezioni presidenziali del 2022 che sembrano, oggi più che mai, assai incerte.