Conte al Salone del Mobile, l’hostess redarguisce tutti gli ospiti

di Redazione | 09/04/2019

Giuseppe Conte
  • Il Salone del Mobile di Milano non è iniziato secondo i migliori auspici per Giuseppe Conte

  • Una hostess lo ha rimproverato

  • La precisazione del direttore del Salone Marco Sabetta: «La frase era rivolta a tutti, non solo al premier»

Fuori programma per Giuseppe Conte, in visita al Salone del Mobile di Milano, giunto alla sua 58esima edizione. Il presidente del Consiglio ha inaugurato la kermesse, in ritardo sulla tabella di marcia a causa di alcuni impegni di lavoro che lo hanno trattenuto a Roma più del previsto. In più, l’evento è stato condito da una scenetta che, a quanto pare, deve aver divertito molto i presenti.

LEGGI ANCHE > Banche, sì al rimborsi a “due binari” per i risparmiatori truffati

Giuseppe Conte rimproverato con gli altri

Nel tour esplorativo del Salone del Mobile di Milano, Giuseppe Conte si è imbattuto in diversi oggetti di arredamento storico. In modo particolare, la sua attenzione è stata catturata da una lampada. Il presidente del Consiglio deve essersi avvicinato moltissimo all’oggetto, tanto da essere stato richiamato da una severa hostess che gli ha intimato un «Don’t touch, please!». Dopo qualche ora è arrivato un chiarimento da parte del direttore del Salone Marco Sabetta. «Come ogni volta che c’è un politico – ha spiegato – molti giornalisti si ammassano. Il percorso era tortuoso. Un fotografo o cameraman è andato addosso alla lampada ed è stato richiamato dalla hostess. Non al premier, la frase era rivolta a tutti».

Immediatamente alla ragazza è stato fatto notare di aver appena redarguito, tra gli altri, il presidente del Consiglio. Quando la hostess ha compreso l’equivoco, il tutto si è concluso con la risata liberatoria da parte dei presenti, tra cui anche il ministro della Cultura Alberto Bonisoli.

Sulla vicenda, c’è da registrare anche il commento pungente di Matteo Renzi: «Il problema non è il Premier Conte che non viene riconosciuto neppure alle inaugurazioni. Il problema è il Premier Conte che non viene invitato alle riunioni su Brexit e non tocca palla sulla Libia».

La visita di Giuseppe Conte al Salone del Mobile di Milano, tuttavia, non è iniziata sotto i migliori auspici. Già questa mattina, il pubblico in coda per entrare nei padiglioni aveva rumoreggiato a causa dei ritardi del presidente del Consiglio. Tanto da costringere il servizio di sicurezza ad aprire il padiglione ancora prima del rituale taglio del nastro avvenuto alla presenza del premier.

[Il premier Giuseppe Conte durante la visita alle alla Torre di Generali a Milano, 9 Aprile 2019. ANSA/CHIGI PALACE PRESS OFFICE/FILIPPO ATTILI]