Casaleggio
|

Casaleggio ha intervistato Mentana (e no, non il contrario)

Come riporta il Corriere della Sera, sabato 28 luglio Enrico Mentana ha smesso per un attimo i panni da giornalista e si è fatto intervistare da Davide Casaleggio, deux ex machina della comunicazione a 5 Stelle.

LEGGI ANCHE > La sparata di Casaleggio sul Parlamento: o c’è ignoranza o c’è malizia

Il confronto è avvenuto a Cesenatico sotto il gonfiabile a forma di mouse dell’associazione Rousseau per parlare di democrazia e informazione, modelli di business e fake news.

Scrive Alessandro Trocino:

Casaleggio, prima del confronto, spiega ai cronisti da che parte sta: “Io le fake news sempre più spesso sui giornali e sui quotidiani di carta”. La sua posizione è chiara, il mondo della carta stampata è in via d’estinzione, anche se “a ogni ingresso di un nuovo media, il vecchio trova una sua dimensione” e va incoraggia la “democrazia digitale”. Mentana concorda sul fatto che “il modello di business che ha tenuto in piedi i giornali e le tv sta venendo meno”, vendite e pubblicità stanno calando. Ma attenzione: “La gratuità del web è un’illusione, nessun pasto è gratis”.

Una precisazione utile che apre al nuovo progetto editoriale che ha in mente il direttore del Tg La7:

Per questo il direttore del Tg La7 sta lanciando un nuovo giornale online, “per riprendere i giovani per i capelli”. Un’impresa che potrebbe costare un milione l’anno: “Speriamo ci sia abbastanza pubblicità, altrimenti ci sono crowdfunding e donazioni. Dio ci guardi dalle sovvenzioni”.

In conclusione, Casaleggio torna sull’annosa questione del parlamento sì/parlamento no:

Il parlamento è una forma di gestione della democrazia che sicuramente evolverà: oggi abbiamo a disposizione molti strumenti per far partecipare le persone, non solo con un voto ogni cinque anni.

(Foto credits: Ansa)