Bufala fuochi d'artificio Juventus-Napoli
|

La bufala del carosello di fuochi d’artificio in via Orazio dopo Juventus-Napoli | VIDEO

Una premessa per spazzare via ogni dubbio. In città, dopo la partita di campionato Juventus-Napoli 0-1 con cui i partenopei hanno riaperto la lotta scudetto, è stata festa vera. E botti e fuochi d’artificio sono stati sparati in diversi punti del capoluogo campano. Tuttavia, il video virale maggiormente diffuso in queste ore su Facebook che mostra un vero e proprio carosello di colori in via Orazio è una bufala.

LEGGI ANCHE > La bufala dell’arbitro di Real-Juventus che dice a Buffon: «Non accetto critiche da chi è coinvolto nel calcioscommesse»

Bufala fuochi d’artificio Juventus-Napoli: come nasce

O meglio, associare questo video al successo del Napoli contro la Juventus a Torino è completamente scorretto. L’inquadratura che mostra uno dei luoghi più suggestivi della città sul lungomare risale al capodanno 2018. E, ovviamente, una tale esplosione di fuochi artificiali, in questo contesto, trova maggiore giustificazione.

Il post virale si è diffuso a partire da alcuni account Facebook con intento evidentemente ironico. Ad esempio, la nota pagina Facebook Siamo ragazze psicopatiche (che conta 51mila like) ha lanciato il video nella serata di ieri, subito dopo la rete di testa di Kalidou Koulibaly. La contemporaneità con la vittoria del Napoli e la didascalia del post («Nel frattempo a Napoli», con tanto di due emoticons con gli occhi a cuoricino) ha innescato un meccanismo tale per cui il contenuto è stato condiviso a pioggia.

Bufala fuochi d’artificio Juventus-Napoli, il video virale su Facebook

Intorno alle 9 di lunedì 23 aprile, il post ha avuto oltre 30mila interazioni, 10mila commenti, 70mila condivisioni e quasi due milioni di visualizzazioni per il video. Ovviamente, è stato diffuso anche da altri account Facebook e anche qualche volto noto del giornalismo e dello spettacolo lo ha condiviso sui propri profili social.

Basta fare una rapida ricerca in rete, tuttavia, per capire che questo video non risale alla serata di ieri, 22 aprile. Si tratta, invece, del capodanno del 2018. Antonio Meneghini lo ha pubblicato, ad esempio, sul proprio canale YouTube il 2 gennaio 2018 e il suo video – per quanto ben riuscito – non ha avuto la portata esplosiva che, invece, ha avuto ieri. Al momento, le visualizzazioni sono state poco meno di 20mila.

Bufala fuochi d’artificio Juventus-Napoli, il video originale

Il video originale, che inizia con una lanterna cinese ripresa in primo piano e che ha anche la didascalia esplicativa «00.00 del 1° gennaio 2018» è stato tagliato per far sì che risultasse adatto al contesto del post Juventus-Napoli. Possiamo dire che la clip diffusa su Facebook inizia dopo circa 14 secondi di quella originale (che continua fino alla soglia dei 6 minuti, mentre il video su Facebook si ferma a 2’57”).

Per sovrapporre i video, basta far caso al lieve movimento di camera verso sinistra che si registra al 14° secondo del video originale e basta prendere come punto di riferimento i fuochi d’artificio che, in alto a sinistra, partono dalla collina a cadenza regolare. Insomma, l’entusiasmo per il Napoli è alle stelle. Ma questo video dà una informazione evidentemente scorretta.