C’è un presunto allarme terrorismo a Roma

di Gianmichele Laino | 25/03/2018

Mathlouthi Atef

Aggiornamento: Atef Mathlouthi non è un terrorista. Ecco cosa è successo e perché è finito su tutte le questure d’Italia —-

L’articolo che segue è di qualche giorno fa, il soggetto in questo articolo non è sospettato di terrorismo ma tutte le questure sono state allertate sul suo identikit. Peccato che qualcuno, per vendetta, lo abbia segnalato all’Ambasciata di Tunisi. Per la notizia aggiornata vi rinviamo al link sopra.

Come è scattato l’allarme sul tunisino di 42 anni —–

Proprio nel giorno della domenica delle Palme, alla vigilia dell’inizio della settimana santa di Pasqua, scatta un presunto allarme terrorismo a Roma. A riportarlo è il TgCom 24, mentre fonti investigative e delle forze dell’ordine preferiscono non commentare la notizia. Mathlouthi Atef, un tunisino di 42 anni secondo alcuni vicino all’islam radicale, sarebbe ricercato nella Capitale.

LEGGI ANCHE > Trèbes, la ricostruzione dell’attacco minuto per minuto

Mathlouthi Atef, il tunisino ricercato a Roma: la lettera all’ambasciata a Tunisi

A far insospettire le forze dell’ordine e le autorità italiane sarebbe stata una lettera anonima recapitata all’ambasciata italiana a Tunisi. Ancora da chiarire le circostanze in base alle quali questa lettera sarebbe appunto arrivata nella sede italiana nella capitale della Tunisia. Nella lettera si scrive che il presunto terrorista potrebbe aver messo nel mirino una serie di obiettivi a Roma, dai bar alle stazioni della metropolitana, passando per i centri commerciali e i principali luoghi di interesse turistico della Capitale.

Mathlouthi Atef, grande attenzione a Roma

Le forze dell’ordine stanno già operando per rafforzare le misure di sicurezza in 400 punti nevralgici di Roma, sfruttando i militari impegnati nella missione Strade Sicure.

Maggiore attenzione, ovviamente, in queste ultime ore è riservata a piazza San Pietro, punto centrale delle celebrazioni della Pasqua. In queste ore, infatti, si stanno svolgendo i riti della domenica delle Palme, ma nei prossimi giorni ci sarà anche la messa del Giovedì Santo e quella della veglia e del giorno di Pasqua. Sotto la lente d’ingrandimento anche il Colosseo dove, Venerdì Santo, si svolgerà la tradizionale via Crucis.