Elezione Presidenti Camere, Casellati eletta in Senato. Roberto Fico sale alla Camera

di Stefania Carboni | 24/03/2018

elezione presidenti camere

Sabato 24 marzo il Parlamento è riunito per l’elezione dei Presidenti delle due Camere. Regge l’intesa M5S – Centrodestra Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Al Senato eletta la forzista Elisabetta Casellati. Alla Camera dei Deputati  Roberto Fico.

Ecco qui come è andata ieri.

Qui la diretta di oggi 24 marzo, con notizie in aggiornamento.

Elezione dei Presidenti delle Camere, la diretta delle votazioni

13.47 Elezioni Presidenti Camere, il discorso di Roberto Fico ed Elisabetta Casellati  – “Intendiamo costruire il futuro con l’unico interesse del bene collettivo” e vogliamo “che questa sia la casa dei cittadini e che ritrovi la centralità delle istituzioni”. Lo ha detto il presidente della Camera Roberto Fico. Fico ha garantito la imparzialità e il rigore del suo incarico. “Non consentirò scorciatoie in dibattito parlamentare”.   “Il taglio ai costi della politica è uno dei principali obiettivi della legislatura: razionalizzare costi della Camera senza tagliare i costi della democrazia, qualcosa e’ stato fatto, tantissimo resta da fare”, ha dichiarato Fico. Se Fico ha ricordato l’eccidio oggi delle Fosse Ardeatine Casellati ha salutato e ringraziato, come prima cosa, il Presidente della Repubblica.  “La scelta – ha detto – che avete compiuto eleggendo per la prima volta una donna alla presidenza di questa assemblea rappresenta un onore, una responsabilità da condividere con le donne che con impegno e coraggio” hanno costruito l’Italia di oggi, un grande “Paese democratico”.

13.05 Elezione Presidente Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati con 240 voti è eletta presidente del Senato. Un applauso dell’Aula di Palazzo Madama ha sottolineato il superamento del quorum richiesto.

LEGGI ANCHE > Maria Elisabetta Alberti Casellati, chi è la prima presidente del Senato donna della storia della Repubblica

ore 12. 54  Elezione Presidente Camera Fico eletto Solo i deputati M5S si alzano in piedi per una standing ovation per Roberto Fico quando è stata da lui aggiunta la quota per il quorum richiesto. Tutti gli altri sono rimasti fermi. Abbracci e baci per Luigi Di Maio da parte dei colleghi. Lo spoglio prosegue.

Elezione dei Presidenti delle Camere, Roberto Fico eletto presidente della Camera dei deputati con 422 voti

12.52 Elezione Presidente Senato Terminata nell’Aula del Senato la terza chiama per l’elezione del nuovo presidente. Giorgio Napolitano, che presiede la seduta, ha dato avvio allo scrutinio delle schede. Prima dell’inizio della votazione Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia avevano annunciato il loro voto per la candidata del centrodestra Elisabetta Casellati, sostenuta anche dai senatori del Movimento 5 stelle. Il Pd candida invece Valeria Fedeli. Leu ha optato per la scheda bianca. Per essere eletti occorre la maggioranza assoluta dei voti dei presenti, computando tra i voti anche le schede bianche

12.42 Elezione Presidente Camera – Si è conclusa la quarta votazione per l’elezione del Presidente della Camera. Inizia lo spoglio dei voti, è richiesta la maggioranza assoluta

12.33  Elezione Presidenti Camere, la gioia di Toninelli “Grillo è a Roma: appena avremo ottenuto il risultato andrò da lui ad abbracciarlo”. Lo dice il capogruppo M5s al Senato Danilo Toninelli che, conversando con i cronisti, confessa: “E’ stata una partita tesissima ma quando nella notte si è profilata la possibile soluzione ci sono venute le lacrime agli occhi”. Fico avrebbe già pronto il discorso da presidente della Camera.

12.13  Elezione Presidenti Camere, Leu scheda bianca Secondo quanto apprende Public Policy i parlamentari di Liberi e uguali, per l’elezione dei presidenti sia alla Camera che al Senato, stanno votando scheda bianca

12.03 Elezione Presidenti Camere, la scenetta tra Renzi e Salvini – “Ci sono troppi cronisti per parlarsi…”. Renzi incrocia Salvini al Senato, sulla porta della buvette e gli sibila all’orecchio un consiglio. A seguito dell’ex segretario Pd e del leader leghista ci sono diversi cronisti parlamentari. I due si scambiano allora una battuta, mentre si allontanano reciprocamente. Il leader della Lega chiede chi “offra” da bere. E Renzi di rimando, informa i senatori presenti: “Prego, offre Salvini…”. Intanto Maurizio Martina risponde piccato a Renzi.  “Si chiama collegialità”, ha commentato il segretario reggente sulle parole del toscano secondo cui le le decisioni di questi giorni sono state prese per “un caminetto”.

11.48 Elezione Presidente Senato, M5S vota per Casellati – Il Movimento 5 Stelle sta scrivendo il nome di Elisabetta Casellati già dalla votazione in corso. E’ quanto si apprende a Palazzo Madama. Questo è un segnale per fare sì che alla prossima chiama che ci sarà a Montecitorio si possa anche eleggere Fico alla Camera.

11.48 Elezione Presidenti Camere, Bossi a La7 Bossi: «Se saltava accordo impiccavamo Salvini come il suo amico Mussolini»

11.32 Elezione Presidenti Camere, Rosato la prende benissimo “E intanto la rivoluzione a 5 stelle comincia con un bell’accordo con Berlusconi su presidenze Camere. Dovevano cambiare il mondo e la politica e invece ecco qui. Eppure qualche settimana fa avrebbero urlato: ”vergogna! Inciucio sulle poltrone!” #18Leg”. Lo scrive su twitter Ettore Rosato del Pd.

10.42 Elezione Presidenti Camere, Fico “Un sogno meraviglioso” “Un sogno meraviglioso. Poi manca il tassello del governo. E Luigi Di Maio sarà il nostro candidato premier e realizzerà il programma del Movimento 5 stelle. Io cercherò di rispettare il ruolo che mi è stato dato”. Così Roberto Fico, candidato alla presidenza di Montecitorio, davanti ai parlamentari 5 stelle che lo hanno applaudito.

Elezione dei Presidenti Camere, c’è accordo M5S- centrodestra

10.36 Elezione Presidente Camera, Di Maio sente Salvini Di Maio afferma di aver sentito Salvini, la presidenza della Camera va a M5S. Si tratta di un flash dell’Adnkronos.

LEGGI ANCHE > L’ABBRACCIO TRA DI MAIO E FICO. GLI APPLAUSI DEGLI ELETTI M5S | VIDEO

10.28 Elezione Presidente Senato, Di Maio ripropone Fico Davanti alla richiesta del centrodestra i 5 stelle ricambiano nome. Di Maio propone di nuovo Roberto Fico, nome che potrebbe esser sostenuto dal centrosinistra.

LEGGI ANCHE > MARIO ADINOLFI E ROBERTO FICO DELLA «LOBBY GAY» CHE CONQUISTA IL POTERE

10.24 Elezione Presidente Senato, Centrodestra sostiene Casellati Il nome nuovo per il Senato è quello di Casellati. Il centrodestra trova l’unità. Ora la palla passa ai 5 stelle. Altro elemento: nel comunicato del centrodestra non si ritiene idonea la figura di Fraccaro.

10.17 Elezione Presidente Senato, Pd “Valutiamo candidati di bandiera” “Valutiamo l’ipotesi di due candidati di bandiera alle presidenze di Camera e Senato”. A dirlo Maurizio Martina, nel corso dell’assemblea dei gruppi che si è appena conclusa alla Camera. Il Pd attende di conoscere le decisioni del centrodestra e dei Cinque stelle (ora in riunione congiunta) prima di formalizzare nomi e decisioni. All’incontro assente Matteo Renzi. Prima dell’assemblea si sono visti Graziano Delrio e Maurizio Martina. Se continua l’intesa M5S-Lega il Pd non ci sarà. Nessun sostegno ai nomi proposti dal Movimento 5 stelle e dal centodestra.

09.51  Elezione Presidente Senato, Di Maio si dice ottimista “Sono ottimista”. Con solo queste due parole il leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, ha lasciato lasciando l’hotel Forum con il neo candidato alla presidenza della Camera, Riccardo Francario.

09.45 Elezione Presidente Senato, l’intervista di Grasso  – Di Maio si rifiuta di incontrare Berlusconi. “Il passato è passato, se hai il senso delle istituzioni non puoi porre problemi personali rispetto alla persona che devi incontrare. Per me è così da una vita, da quando ero magistrato”. Lo dice Pietro Grasso, rispondendo al Corriere della Sera e alla Stampa. Lei quindi tratterebbe con il leader di FI? “Se rientrasse nella mia funzione, perché no?”

09.22 Elezione Presidente Senato, incontro Grillo, Di Maio, Fraccaro In corso un vertice all’hotel Forum di Roma, dove alloggia Beppe Grillo. Presenti, a quanto apprende l’Adnkronos, Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista, Alfonso Bonafede, Riccardo Fraccaro, Stefano Buffagni e Pietro Dettori.

08.55 Elezione Presidente Senato, incontro Berlusconi-Salvini-Meloni In programma stamattina alle 9 un vertice a palazzo Grazioli tra Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini. Un incontro per tentare in extremis di evitare la spaccatura del centrodestra. Ieri la leader di FdI aveva chiesto un vertice per provare a superare le divisioni.

08.33 Elezione Presidente Senato, spunta ipotesi della pace con Casellati – Ci sarebbe un quarto nome, unitario nel centrodestra, quello dell’ex magistrato Maria Elisabetta Casellati. I 5 stelle si riuniscono alle 9 per ratificar einvece la proposta di Riccardo Fraccaro alla Camera. Il deputato del Trentino, fedelissimo di Di Maio, è meglio accettato dai leghisti rispetto a un Roberto Fico, da sempre più ostico alla Lega Nord.

LEGGI ANCHE > La bufala di Salvini assente al suo primo giorno in Senato

 

 

Come si eleggono i Presidenti delle Camere

Le votazioni per l’elezione dei presidenti della Camera e del Senato possono allungarsi per diversi giorni. Sia a Montecitorio che a Palazzo Madama si vota a scrutinio segreto.

Per quanto riguarda la Camera dei Deputati inizialmente viene richiesta la maggioranza dei due terzi dei componenti dell’assemblea. Occorrono quindi 420 voti su complessivi 630 seggi. Nel secondo scrutinio invece è richiesta la maggioranza dei due terzi dei voti contando tra i voti anche le schede bianche. Dal terzo scrutinio in poi è sufficiente invece la maggioranza assoluta dei voti.

Per quanto concerne il Senato della Repubblica nel primo e secondo scrutinio è richiesta la maggioranza assoluta dei voti dei componenti dell’assemblea, ovvero 161 senatori. Se anche con la seconda votazione nessuno dei senatori raggiunge la maggioranza, si procede, il giorno successivo, ad un terzo scrutinio che richiede la maggioranza assoluta dei voti dei presenti, computando tra i voti anche le schede bianche. Se poi anche il terzo scrutinio non basta per l’elezione di un Presidente, nello stesso giorno si procede al ballottaggio fra i candidati che hanno ottenuto il maggior numero di voti. Viene quindi eletto chi ha la maggioranza, anche relativa. A parità di voti con il ballottaggio viene eletto il più anziano. Anche nel terzo scrutinio in caso di parità di voti entra al ballottaggio il senatore più anziano.

(in copertina foto Ansa)