Di Maio gay
|

La bufala di Beppe Grillo su Luigi Di Maio gay

Beppe Grillo non ha mai rivelato l’omosessualità di Luigi Di Maio. Dopo che Vittorio Sgarbi ha affermato durante una trasmissione TV che il capo politico del M5S sia gay, diversi media hanno recuperato un vecchio video dell’allora leader dei Cinque Stelle che pronunciava queste parole durante un comizio di Nettuno del settembre 2016.

La bufala di Beppe Grillo su Luigi Di Maio gay

«Per annientare il Movimento Cinque Stelle c’e’ solo un mezzo: parlarne bene. Non questi dilettanti della comunicazione. La reazione contro di noi di questo sistema la sentiamo sulla pelle, ma è poco, mi aspettavo un avviso di garanzia a me, che scovassero della coca, che finalmente scoprissero che quell’altro – dice indicando Di Maio – è omosessuale. Ma non ci sarebbe niente di male, per l’amore di Dio.. Siamo entrati nella superfetazione della merda cosmica», dice Grillo.

 

LEGGI ANCHE > LA BUFALA DELL’AUDIO HOT DI MIKAELA NEAZE SILVA HA COLPITO DI NUOVO SU FACEBOOK

Come si vede nel video, in realtà Beppe Grillo fa semplicemente del sarcasmo sull’assalto mediatico subito dal M5S nei giorni più problematici della giunta Raggi a Roma, seguiti alla diffusione dell’avviso di garanzia dell’assessore all’Ambiente Muraro.

All’epoca ci fu una eccessiva polemica sul ruolo di Luigi Di Maio, responsabile degli Enti Locali, che era stato avvertito via mail del problema giudiziario – poi archiviato – ma che l’aveva tenuto nascosto. Per questo Beppe Grillo lo cita, facendo del sarcasmo sul suo orientamento sessuale.

La serata di Nettuno era stata organizzata da Alessandro Di Battista a fine settembre 2016 durante la campagna elettorale sul referendum costituzionale, nella quale il deputato romano aveva girato l’Italia. Visto che il M5S si trovava in forte difficoltà mediatiche, l’allora capo politico Grillo decise di salire sul palco, insieme a Luigi Di Maio e Roberto Fico, per evidenziare la compattezza dei Cinque Stelle.

Di Maio gay

Appare davvero assurdo che una battuta così banale sia usata da diversi media per confermare le squallide dichiarazioni di Sgarbi su Di Maio. Quello di Sgarbi non è un outing, e tantomeno lo è la battuta di Beppe Grillo.