The Crown
|

La casa di produzione di The Crown si scusa per la differenza di salario tra due attori

Left Bank Pictures, la casa di produzione britannica di “The Crown”, si è scusata per la differenza di salario tra i due attori principali della serie uscita su Netflix, Matt Smith (che ha interpretato Filippo) e la protagonista Claire Foy (nei panni della regina Elisabetta II).

LEGGI ANCHE > Sky e la mossa furbetta con Netflix: se non li puoi battere, unisciti a loro

La notizia della diseguaglianza di retribuzione aveva suscitato, settimana scorsa, un grosso scandalo. È anche partita una petizione on-line per chiedere a Smith di rinunciare a una parte dello stipendio in segno di correttezza nei confronti della protagonista. D’altronde, recita lo slogan della campagna, “sai che c’è un problema di gender gap quando neanche la regina viene pagata equamente”.

Dai vertici di Left Bank Pictures è arrivata una forte presa di posizione

Vogliamo scusarci sia con Claire Foy che con Matt Smith, brillanti attori e amici, che si sono trovati al centro di una tempesta mediatica questa settimana senza che avessero nessun tipo di colpa. Claire e Matt sono degli attori incredibili, e con tutto il cast di “The Crown” hanno lavorato senza sosta per portare i due caratteri in scena con compassione e integrità. Come produttori della serie, noi di Left Bank Pictures siamo i responsabili del budget e dei salari; gli attori non sono consapevoli di chi prende cosa, e non possono essere ritenuti responsabili per il pagamento dei loro colleghi

Inoltre, anche se non ha rivelato come si muoverà per ridurre concretamente questo episodio, la casa di produzione ha dichiarato di voler prendere parte a “Era 50:50”, un gruppo che combatte per la parità di salario nel campo del cinema e del teatro.

(Foto credits: Youtube)