Per Trump un vaccino contro il Covid-19 sarà pronto in 3 o 4 settimane

Il Presidente americano ha affermato che il vaccino sarà distribuito prima delle presidenziali del 4 novembre, un annuncio che sa di propaganda elettorale

di Daniele Tempera | 16/09/2020

Trump contro la Nba

Le presidenziali si avvicinano e Donald Trump sembra deciso a giocare davvero tutte le carte per una rielezione che si presenta, al momento, molto problematica. E l’ultimo coniglio che il presidente americano ha deciso di tirare fuori dal cilindro è questa volta il sogno di tutti i paesi mondiali: trovare, in tempi brevi, un rimedio efficace  contro il Covid-19 per tornare alla normalità.  Intervistato dall’emittente ABC news Trump ha dichiarato che gli USA sono molto vicini ad avere un vaccino, toccherà aspettare appena tre o quattro settimane, anche se alcuni funzionari di salute pubblica frenano sull’accelerazione delle sperimentazioni.   Secondo Trump con l’Amministrazione Obaman ci sarebbero voluti anni, anche a causa delle approvazioni richieste dalla FDA (la Federal Drug Administration, l’equivalente della nostra Agenzia Nazionale del Farmaco).

Casualmente, secondo il presidente in carica, il vaccino sarà pronto per la distribuzione, prima della data delle  elezioni presidenziali fissata per il prossimo 3 novembre. Intervistato dalla CNN sulla possibilità di arrivare a un vaccino per ottobre-novembre, Anthony Fauci, tra i più grandi immunologi mondiali, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases e consulente dell’amministrazione USA nella gestione della pandemia, aveva giudicato questa possibilità come “improbabile”.

Trump ha poi affermato di non aver minimizzato la pandemia e ha affermato che il suo concorrente, Joe Biden, vuole un America che si arrenda alla virus e alla Cina. Insomma, la lunga corsa verso le presidenziali è appena cominciata e il Covid-19, sarà una tematica fondamentale nella lunga corsa verso la Casa Bianca.