Il Suedtiroler Freiheit pubblica manifesti xenofobi contro i medici italiani

di Gaia Mellone | 08/11/2019

«Il medico non parlava tedesco»: è il cartellino appeso al piede di un cadavere protagonista di una campagna promossa dal partito separatista Suedtiroler Freiheit oggetto di un esposto presentato alla procura dall’Ordine nazionale dei medici. Un esposto analogo è stato presentato anche dal Movimento 5 Stelle di Bolzano.

Il Suedtiroler Freiheit pubblica manifesti xenofobi contro i medici italiani

LEGGI ANCHE> «Il Sudtirolo non è Italia»

Il Suedtiroler Freiheit travolto dalle polemiche per i manifesti affissi a Bolzano e provincia e diffusi sui social network che ritraggono un cadavere e attaccano i medici italiani. «Se il medico non capisce il paziente e viceversa, può portare a situazioni pericolose» recita il manifesto. L’attacco da parte del partito separatista è che «la salute è meno importante nella logica dell’Italia» e che, soprattutto quando si parla di sanità e malattie, «si desidera comunicare nella propria lingua madre». «Molti cittadini non possono comunque fare molto con la terminologia medica – continua Suedtiroler Freiheit- figuriamoci in una lingua straniera» parlando di «razzismo aperto e una palese violazione dello Statuto di autonomia».

L’accusa di xenofobia e razzismo è invece diventato un boomerang contro Suedtiroler Freiheit. «Quel manifesto fa passare un messaggio pessimo» ha dichiarato Filippo Anelli, presidente della federazione nazionale degli ordini dei medici condannando il manifesti come «allarmistico per i cittadini, offensivo per i medici e, soprattutto, lesivo per il rapporto di fiducia che è alla base della relazione di cura: va ritirato, e subito». Un appello a cui ha fatto eco anche Diego Nicolini, del Movimento 5 Stelle di Bolzano: «Quei manifesti sono un chiaro incitamento all’odio razziale» ha commentato.

(Credits immagine di copertina: Facebook Süd-Tiroler Freiheit)

https://www.facebook.com/suedtirolerfreiheit/photos/pb.337872406314816.-2207520000.0./2191960094239362/?type=3&theater