Il sondaggio di Noto: «Il 50% degli italiani pensa che il governo cadrà dopo le elezioni europee»

di Redazione | 28/04/2019

sondaggio Noto
  • Il sondaggio Noto afferma che il 50% degli italiani afferma che il governo cadrà dopo le europee

  • La maggior parte degli elettori ritiene plausibili le elezioni anticipate

Il 50% degli italiani ha deciso che il destino del governo Lega-M5S è segnato. Lo riporta un sondaggio Noto che questa mattina compare sulle pagine del quotidiano Il Giorno-Il Resto del Carlino-La Nazione. Stando a questi dati, la metà della popolazione italiana intervistata dal sondaggista Antonio Noto ritiene che l’esperienza di governo si chiuderà all’indomani della data delle elezioni europee del 26 maggio 2019.

Sondaggio Noto, la percezione degli italiani sul governo

Soltanto il 38%, invece, è di opinione diversa, mentre il restante 12% dichiara di non avere un’opinione in merito. Ma ancor più chiara per gli italiani è la mossa da fare all’indomani dell’eventuale caduta del governo. Quasi la metà degli intervistati, infatti, ritiene che siano necessarie nuove elezioni. Sarebbero le seconde nel giro di un anno e mezzo, una circostanza che – nella storia repubblicana – si ripetuta per altre due volte: nel 1994 e nel 1996.

Il 28% degli intervistati, invece, si augura una coalizione di governo diversa da quella attualmente in campo, anche se l’ipotesi risulta essere decisamente impraticabile, almeno stando alla conformazione delle due camere: l’unica strada numericamente percorribile, infatti, per avere una maggioranza sarebbe quella che unisce M5S e Partito Democratico.

Le altre ipotesi previste nel sondaggio Noto

Il 10%, invece, sottolinea l’importanza di avere un nuovo governo tecnico. Ma si tratta di un’ipotesi decisamente minoritaria. Il dato comunque più rilevante sembra essere quello della percezione politica comune di una caduta del governo all’indomani delle elezioni europee del 2019, che saranno per questo motivo uno snodo più che mai cruciale nell’agone politico italiano. Più che in altri Paesi europei.

L’apertura di una crisi è determinata, nella percezione degli italiani, dalle continue dichiarazioni bellicose da parte degli alleati di governo che, in alcuni retroscena, si spingono a indicare proprio nel 27 maggio (giorno successivo alle europee) la data probabile per la caduta del governo Lega-M5s.

FOTO: ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

TAG: sondaggio