La Lega capisce che Zingaretti vuole entrarvi in casa (ma ha solo spiegato l’importanza della sanificazione)

Eppure il messaggio del Presidente della Regione Lazio dice l'esatto contrario

07/11/2020 di Enzo Boldi

Sanificazione in casa

Aizzare o non capire, questo è il dilemma. Nel corso della giornata di venerdì, il Presidente della Regione Lazio e segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti, ha parlato in conferenza stampa dell’importanza della sanificazione in casa. Perché le nostre mura domestiche rischiano di diventare – anzi, spesso e volentieri lo sono diventate – un luogo ad alto rischio di contagio. Per questo motivo ha chiesto ai cittadini di prodigarsi in interventi di pulizia profonda in un luogo che non è accessibile dall’esterno a persone che non fanno parte del nucleo familiare. Un appello al buon senso, dunque, ma la Lega ha stravolto il senso delle sue parole (pur allegando il video in cui si smentisce lo stesso tenore del tweet del Carroccio) producendo la classica valanga di odio.

LEGGI ANCHE > Giorgia Meloni dice che Biden deve ringraziare il Covid

Questo è quanto è stato pubblicato sul profilo social della Lega.

«Occhio che Zingaretti vuole entrarvi in casa per vedere se avete sanificato». Leggendolo così sembra essere una cosa molto grave. Ma la smentita arriva all’interno dello stesso tweet pubblicato dalla Lega, con in allegato il video dell’Ansa che riporta l’esatta dichiarazione del segretario del Partito Democratico in conferenza stampa.

Sanificazione in casa, l’appello di Zingaretti stravolto dalla Lega

«La casa, anche, va sanificata periodicamente – dice Nicola Zingaretti -. Perché con questi numeri che abbiamo è possibile che il Covid entri in casa e ci rimanga nell’ambito familiare. Quindi, purtroppo, non c’è da meravigliarsi perché è la casa il luogo privato nel quale l’intervento sociale e pubblico non è intervenuto e quindi il virus si rifugia negli ambiti in cui non c’è controllo. Oggi le regole di sanificazione sono molto attivi negli esercizi commerciali, nei bar e nei ristoranti. Magari meno, perché si pensa che sia un luogo sicuro, nell’appartamento. E invece dobbiamo entrare anche lì».

L’impresa social del Carroccio

Il ragionamento di Zingaretti appare abbastanza chiaro e quel «E invece dobbiamo entrare anche lì» non è riferito allo Stato che manda intrusi nelle abitazioni private, ma al concetto stesso di sanificazione in casa. Insomma, una raccomandazione. Un appello semplice che non poteva essere stravolto. E, invece, la Lega è riuscita nell’impresa.

(foto di copertina: da profilo Instagram di Matteo Salvini + profilo Twitter della Lega)

 

Share this article