Roma, la denuncia di una 14enne tedesca: «Stuprata a Campo de’ Fiori»

di Federico Pallone | 03/08/2019

Campo de' Fiori
  • Una 14enne ha denunciato di essere stata stuprata da un uomo a Campo de' Fiori

  • Gli inquirenti ritengono «verosimile» la sua versione

  • Da anni Roma è una città pericolosa per le donne, soprattutto straniere

Un uomo l’ha fatta bere e ubriacare e poi l’ha violentata quando sapeva che la ragazza non sarebbe più stata in gradi di opporre alcuna resistenza. Il fatto ha come vittima e protagonista una ragazzina italo-tedesca di 14 anni ed è avvenuto a Campo de’ Fiori, nel pieno Centro di Roma. La giovane è stata soccorsa da alcuni passanti che l’hanno notata in lacrime vicino all’ingresso della metro A Flaminio, a due passi da Villa Borghese. Uno di loro ha chiamato la polizia e un’ambulanza. L’adolescente – spiega il quotidiano romano ‘Il Messaggero’ – è stata portata al pronto soccorso pediatrico del Policlinico Umberto I dove l’ha raggiunta la mamma insieme con alcuni funzionari dell’ambasciata tedesca. In ospedale, confusa e dolorante, è stata affidata alle cure di una psicologa.

LEGGI ANCHE > Gabrielli sulla senzatetto stuprata a Roma: «Se fosse stata una turista, sarebbe stato diverso»

La ricostruzione della ragazza, per i medici, è «verosimile»

Gli investigatori stanno cercando di ricostruire l’intera vicenda. La ragazza, ancora sotto choc, ha denunciato di essere stata avvicinata da un uomo mentre passeggiava a Campo de’ Fiori. «Mi ha offerto da bere, ma subito l’alcool mi ha dato alla testa», ha raccontato la 14enne. Resta da capire se il fattaccio si sia consumato sempre nel rione nel primo pomeriggio e poi la ragazza sia riuscita a raggiungere l’ingresso della fermata della metro Flaminio oppure se l’uomo si sia offerto di accompagnarla verso casa e si sia appartato con lei nei pressi di Villa Borghese. Gli inquirenti, che ritengono «verosimile» la versione della ragazza, non escludono che nei cocktail, l’uomo possa aver inserito alcune sostanze stupefacenti in grado di disinibirla.

Roma città pericolosa per le donne

Non è la prima volta che a Roma accadono fatti di questo tipo, in particolare nei confronti di donne straniere. Nel 2004 Vera Heinzel, 20enne tedesca, venne avvicinata da un 21enne sulla scalinata di Trinità dei Monti, invitata a trascorrere una serata in discoteca e poi trascinata, violentata e lasciata morire su una baracca sul Tevere. Nel 2017 una tedesca di 57 anni venne trovata nuda e legata a un palo nel parco di Villa Borghese. Proprio in seguito a questi eventi, in Campidoglio venne annunciato, ma mai attuato, un piano volto a contrastare questi crimini, attraverso l’installazione di telecamere di videosorveglianza nei punti critici della città e campagne di informazione con la distribuzione di opuscoli e la diffusione di app dedicate alle turiste.

[CREDIT PHOTO: ANSA/ISABELLA BONOTTO]