Biden batte Trump 306 a 232: il risultato finale delle Elezioni USA 2020

Assegnati anche Georgia (al democratico) e North Carolina (al repubblicano)

13/11/2020 di Enzo Boldi

Risultato elezioni USA

I calcoli erano presto fatti, da diversi giorni. Ma adesso la maggior parte dei media americani hanno assegnato gli ultimi due Stati su cui ancora non era stata data l’ufficialità. E, parlando solamente di grandi elettori (come da sistema statunitense) Joe Biden ha battuto Donald Trump 306 a 232. La Georgia, dunque, è andata al candidato democratico; il North Carolina, invece, è stata assegnata (ma qui c’erano pochi dubbi per via delle percentuali e della distanza) al presidente uscente repubblicano. Ecco che dunque oggi, venerdì 13 novembre 2016 (a dieci giorni dal voto) arriva il risultato elezioni USA 2020. Quello definitivo.

LEGGI ANCHE > Uno dei due studi legali che sosteneva la il ricorso in Pennsylvania ha ‘abbandonato’ Trump

La Georgia a Biden, il North Carolina a Trump. L’esito finale mostra una grande distanza conclusiva – in termini di grandi elettori – tra i due candidati, con il democratico che dal 21 gennaio 2021 entrerà alla Casa Bianca con il ruolo di Presidente degli Stati Uniti. Il tutto mentre il suo futuro predecessore prosegue nelle sue battaglie a caccia di brogli, anche se la sua campagna lo ha mollato anche per quel che riguarda l’Arizona, mentre in Pennsylvania perde pezzi anche a livello legale (con il ritiro dal ricorso da parte di uno dei due studi legali che, all’inizio, lo aveva affiancato.

Risultato elezioni USA 2020: Biden batte Trump 306 a 232

E anche a livello di voti totali (anche se per il sistema elettorale americano contano molto meno rispetto ai grandi elettori, in termini di elezioni del Presidente) Biden ha di gran lunga vinto il confronto con Trump: per il candidato democratico, infatti, sono arrivati 77.973.654 preferenze; per il candidato repubblicano, invece, 72.657.543. Oltre cinque milioni di voti di differenza a favore del prossimo Presidente degli Stati Uniti. Anche questa volta, come già accaduto nel 2016, in termini assoluti di preferenze Donald Trump ottiene meno voti dell’avversario. Accadde anche nel 2016, quando Hillary Clinton ottenne quasi 3 milioni di preferenze in più. Ma questa è un’altra storia.

(foto di copertina: Giornalettismo)

Share this article