Uno dei due studi legali che sosteneva la il ricorso in Pennsylvania ha ‘abbandonato’ Trump

Come riporta la CNN, Porter Wright Morris & Arthur si è ritirato dal caso

13/11/2020 di Enzo Boldi

Studio legale abbandona Trump

Un altro inciampo per Donald Trump nel suo tentativo di dimostrare che l’esito del voto negli Stati Uniti sia stato influenzato da una frode elettorale in favore di Joe Biden. Porter Wright Morris & Arthur, noto studio di avvocati che aveva inizialmente sostenuto la battaglia legale dell’attuale (fino al 20 gennaio 2021) Presidente americano sul voto e sul conteggio delle schede in Pennsylvania, ha preso una decisione che lascia quasi in solitaria il tycoon: si è ritirato dal ricorso. E così lo studio legale abbandona Trump che adesso potrà contare sul sostegno di un solo avvocato.

LEGGI ANCHE > «La terapia anti-Covid usata per curare Trump è costata un milione di dollari»

Porter Wright Morris & Arthur era stato il primo studio legale a supportare le teorie del Presidente uscente – e candidato repubblicano – suoi presunti brogli elettorali avvenuti in alcuni Stati. In particolar modo la loro attenzione si era spostata sulla Pennsylvania, che con i suoi 20 grandi elettori è risultata decisiva al fine della vittoria finale di Joe Biden. Ora, però, anche loro sembrano non voler accompagnare più Donald Trump in questa battaglia in cui, come appare evidente, mancano prove sostanziali a sostegno della tesi di broglio.

Studio legale abbandona Trump nel ricorso in Pennsylvania

E se lo studio legale abbandona Trump, il Presidente americano uscente ha ancora una carta nel proprio mazzo: Linda Ann Kerns. Sarà lei, al netto di sorprese dell’ultima ora, ad accompagnare il Tycoon in questo ricorso per il voto in Pennsylvania. E le tappe sono già state fissate e dovrebbero esaurirsi entro poche settimane. Già nella prossima, infatti, ci saranno alcune udienze importanti e fondamentali che indirizzeranno la strada del ricorso: o verrà accetta, o sarà respinto. E a giudicare il tutto (con eventuali prove annesse, per ora oscure e non palesate) sarà Matthew Brann, un esponente del partito Repubblicano in Pennsylvania che venne nominato durante il mandato presidenziale di Obama.

(foto di copertina: da profilo Instagram di Donald Trump)

Share this article