Qual è la malattia di chi filma un disabile che cade e muore?

È accaduto a Vittoria, in provincia di Ragusa. I familiari hanno denunciato chi ha condiviso il video

20/11/2020 di Enzo Boldi

Filmano disabile che muore

Chi ha cliccato su questo articolo per cercare il video di questo allucinante fatto di cronaca può anche premere sulla ‘X’ e chiudere la pagina, perché qui non lo troverà. Il voyeurismo è l’ennesima dimostrazione di come il sistema dei social abbia fallito nel suo obiettivo primario (quello del contatto se si è distanti) e ci troviamo ogni giorno a vedere immagini non richieste. Come quanto accaduto a Vittoria, in provincia di Ragusa, dove un uomo è caduto dalla propria sedia a rotelle (ancora non ne sono chiari i motivi) ed è deceduto. Il tutto in pieno centro e in pieno giorno. Ma le persone, invece di tentare di aiutarlo e chiamare i soccorsi, filmano disabile che muore e postano il video su Facebook e lo condividono via chat.

LEGGI ANCHE > L’altro male del Secolo: un uomo muore in un supermercato e i clienti accalcati per fare foto e video

Il fatto è accaduto giovedì mattina, nelle centralissime vie di Vittoria. L’uomo, un 60enne, si trovava in quella zona quando – per motivi ancora da chiarire, non si sa se un malore ha provocato la caduta o la morte sia sopraggiunta a causa dell’impatto con il suolo – è stato visto crollare in terra. Pochi istanti dopo sono intervenute le forze dell’ordine che si trovavano in quella zona per i consueti controlli sul territorio. Un tragico fatto di cronaca, come se ne leggono molti nelle pagine di cronaca dei quotidiani locali.

Filmano disabile che muore e postano video sui social

Altrettanto spesso, però, ci si trova a dover commentare il comportamento disumano della comunità. Mentre l’uomo giaceva a terra privo di sensi, qualcuno ha ben pensato di riprendere la scena con il proprio smartphone immortalando l’agonia della vittima. E, non contento, ha anche pubblicato quel filmato sui social. Voyeurismo all’ennesima potenza e senso dell’umanità pari a zero. Ma questo, purtroppo, non è il primo caso. Anzi, la deriva social è sempre più evidente e quanto accaduto a Vittoria ne è solo la triste conferma.

La famiglia della vittima li ha denunciati

Ora, però, c’è un passo avanti. La famiglia del 60enne deceduto ha, infatti, denunciato chi ha pubblicato e condiviso quel video sui social. Le persone che filmano disabile che muore in strada, in pieno giorno, invece di soccorrerlo se la dovranno ora vedere con le forze dell’ordine e, forse, anche con un magistrato. Perché a questo disagio e a questa malattia social bisogna porre un freno.

(foto di copertina: da Pixabay)

Share this article
TAGS