Emmys 2020: Brad Pitt nominato per l’imitazione di Anthony Fauci a SNL

di Marta Colombo | 29/07/2020

BRAD PITT FAUCI

L’imitazione di Anthony Fauci durante una performance di Brad Pitt al Saturday Night Live (SNL) ha guadagnato all’attore una nomination agli Emmys, gli oscar della televisione americana.

In un’intervista, alla CNN, tra l’altro, Fauci aveva detto che sarebbe stato un sogno essere interpretato da Brad Pitt. La breve performance è stata nominata nella categoria miglior guest actor in una serie commedia.

l’imitazione è andata in onda in un episodio dello scorso aprile. All’inizio del mese, quando gli era stato chiesto chi volesse come suo interprete su SNL, lo storico varietà comico dove vengono ripresi tormentoni politici, il dottore aveva fatto proprio il nome di Brad Pitt.

«Penso che sia stato fantastico», aveva commentato Fauci dopo l’episodio. «Sono un grande fan di Brad Pitt, ed è la ragione per cui ho sempre detto che volevo essere interpretato da lui, è uno dei miei attori preferiti! Ha fatto un lavoro ottimo!».

Nel video Pitt prende in giro alcune delle affermazioni poco chiare di Trump e anche alcune delle sue sparate contro Fauci. Diverse volte, infatti, il presidente aveva minacciato di licenziarlo o aveva screditato le sue opinioni scientifiche.

Dopo mesi di collaborazione, Trump, la settimana scorsa ha finalmente ammesso pubblicamente l’importanza di indossare le mascherine, un’indicazione che Fauci aveva già dato mesi prima.

LEGGI ANCHE >Venezia 76: Brad Pitt e Scarlett Johansson fanno impazzire i fan il secondo giorno

Brad Pitt si era complimentato con Fauci alla fine dell’imitazione

Dopo l’imitazione, Brad Pitt si era tolto la parrucca e si era complimentato con il dottore e tutti gli altri medici e operatori sanitari che si stavano battendo per configgere la pandemia.

«E al vero dottor Anthony Fauci, grazie per la sua calma e chiarezza in questo periodo spaventoso», aveva detto l’attore. «E grazie anche a tutto il personale medico e ai soccorritori e alle loro famiglie per esere in prima linea».