La vergognosa polemica sull’igiene personale di Carola Rackete

di Redazione | 02/07/2019

Carola Rackete

Ci sono delle cose che continuano a non essere comprensibili nella gestione mediatica del caso Sea Watch 3. Una, ad esempio, è l’odio incontrollato – in tutte le sue declinazioni – diffuso contro Carola Rackete, capitano dell’imbarcazione che ha portato in salvo 42 migranti a Lampedusa. Non soltanto le accuse sessiste, adesso si è passati a prenderla in giro anche sul suo igiene personale.

Carola Rackete presa in giro per l’igiene personale

Non soltanto dopo aver condotto in porto i migranti, ma anche dopo la giornata di ieri, quando è stata condotta ad Agrigento per l’interrogatorio di garanzia. Ormai, Carola Rackete è osservata in ogni sua mossa, in ogni fotogramma che viene diffuso sui media italiani. Così, ad esempio, nella giornata di ieri è diventata virale la sua foto del saluto ai sostenitori che la aspettavano ad Agrigento, mentre era scortata dalla polizia giudiziaria.

Nelle immagini diffuse sui media, si intravedono i peli sotto le ascelle. Una cosa normale – soprattutto per una persona che è rimasta in mare per diversi giorni -, che ognuno può gestire come vuole (del resto siamo nel 2019, no?). E invece sono partite zoomate, fotografie che cerchiano la parte del corpo ‘incriminata’, battute terribili sulle donne tedesche.

Carola Rackete

Il meme su Carola Rackete e il prodotto anti-pulci

E vogliamo parlare della foto di Carola con il finanziere che l’ha accompagnata nella sua casa di Lampedusa dove ha scontato questi giorni di arresti domiciliari? In molti hanno diffuso un meme con la seguente scritta: «la faccia perplessa del finanziere che non sa se metterle le manette o l’Advantix». Che sarebbe un prodotto antipulci. Insomma, il peggio del peggio in queste situazioni. A farne le spese è una ragazza di 31 anni, per il suo essere donna, per il suo essere diversa dai cattivisti che popolano il web. Una tristezza infinita.