Il consigliere regionale Boreelli minacciato da un neomelodico con la pistola via social | VIDEO

di Enzo Boldi | 07/06/2019

Borrelli
  • Francesco Emilio Borrelli aveva denunciato l'esaltazione della criminalità organizzata da parte dei neomelodici

  • Qualche giorno dopo il cantante catanese Nico Pandetta ha postato un video di "risposta"

  • Brandisce una pistola dorata e ripete più volte il nome del consigliere campano dei Verdi

I social sono la deriva della società moderna. Questo assunto è confermato da quanto accaduto nelle scorse ore quando un cantante neomelodico catanese, Pandetta, ha minacciato il consigliere dei Verdi alla Regione Campania Francesco Emilio Borrelli con un video in cui mostra alle telecamera una pistola e fa il nome proprio del politico. La vicenda è partita da alcune dichiarazioni del consigliere campano che, ospite della nuova trasmissione di Rai2 Realiti – condotta da Enrico Lucci -, aveva parlato di come alcuni cantanti neomelodici inneggiassero alla criminalità organizzata. E, a quanto pare vedendo il video minaccioso di Pandetta, Borrelli non aveva tutti i torti.

«Dopo la puntata di Realiti su Rai2 in cui ho denunciato con durezza il fenomeno dei neomelodici che inneggiano alla criminalità organizzata uno dei cantanti che è intervenuto durante la trasmissione ha postato un video di minaccia nei miei confronti, brandendo una pistola dorata e scandendo più volte il mio nome», ha denunciato su Facebook il consigliere dei Verdi Francesco Emilio Borrelli allegando il video della minaccia ricevuta via social.

Il neomelodico Nico Pandetta minaccia il consigliere regionale campano dei Verdi

«L’autore dell’intimidazione, Nico Pandetta, è un neomelodico catanese, ex detenuto che ha trascorso quasi 10 anni nelle patrie galere, che non si vergogna dei reati che ha commesso in passato e che anzi omaggia in alcune canzoni uno zio che è recluso in carcere al 41 bis – aggiunge Borrelli su Facebook -. Questo video conferma, casomai ce ne fosse bisogno, che questi soggetti non raccontano uno spaccato sociale ma sono organici sia nei metodi che nei trascorsi alla criminalità organizzata».

Le minacce non fermeranno le denunce di Borrelli

Nel video, infatti, si vede il neomelodico catanese nella stanza in compagnia con una ragazza – probabilmente la sua fidanzata – mentre brandisce la sua pistola dorata, la mostra all’obiettivo e ripete più volte il nome di Borrelli. Lo stesso consigliere regionale non si lascia intimidire da queste minacce, anzi: «L’intimidazione di Pandetta non mi fa paura, anzi mi stimola a proseguire con maggiore forza nella denuncia di un fenomeno vergognoso come quello dei neomelodici che inneggiano alla delinquenza».

(foto di copertina: Facebook + ANSA/CESARE ABBATE)