Bogdan Tibusche accusa ingiustamente Laura Boldrini di ipocrisia sul revenge porn

di Redazione | 12/04/2019

Bogdan Tibusche
  • Andrea Bogdan Tibusche ha accusato Laura Boldrini di ipocrisia sul revenge porn

  • Inoltre, ha accusato Bianca Berlinguer di essere ignorante

  • Le cose che non tornano nel suo video su Social TV

Ricorderete Andrea Bogdan Tibusche perché di lui si è parlato – e tanto – a proposito della vicenda di Giulia Sarti, la deputata del Movimento 5 Stelle accusata nell’ambito delle mancate restituzioni dei rimborsi al partito. Oggi, quello che la parlamentare ha definito il suo ex compagno è tornato a far parlare di sé, visto che ha pubblicato – sul canale social che gestisce, Social TV – un video in cui accusa la Rai di disinformazione sul Codice Rosso e Laura Boldrini di ipocrisia in merito al revenge porn.

LEGGI ANCHE > Cosa c’è da sapere sul voto contrario di Giulia Sarti all’emendamento contro il revenge porn

Bogdan Tibusche accusa Laura Boldrini di ipocrisia

Bogdan Tibusche fa una premessa nel suo video. Dice che in passato è stata applaudita la scelta di affidare la presidenza della Rai a Marcello Foa: i supporter di questa decisione, infatti, si auspicavano un servizio pubblico privo di faziosità e finalmente trasparente. Invece, nel video l’informazione della Rai viene ancora una volta criticata (il titolo della clip è emblematico: RaiFogna e l’ipocrisia di Laura Boldrini. E nessuno fiata). 

Nello specifico, poi, parla del Codice rosso, l’insieme di leggi che dovrebbero tutelare la donna in situazioni di rischio approvata qualche settimana fa alla Camera dei Deputati. A questo punto, dice che Laura Boldrini si è comportata in maniera ipocrita sul provvedimento perché prima ha parlato del «suo emendamento» sul revenge porn e poi si è astenuta sulla votazione del Codice Rosso. E mostra una clip in cui l’ex presidente della Camera parla a Cartabianca, il programma di Bianca Berlinguer. Bogdan Tibusche ha affermato che, in tre minuti, consultando il sito OpenParlamento che traccia i voti di ciascun componente delle due camere avrebbe «smontato sia Bianca Berlinguer, sia Laura Boldrini» perché la deputata si è astenuta sul voto al Codice rosso.

Infine – dopo questa operazione di presunto fact checking – Bogdan Tibusche dice ai suoi followers di non insultare con frasi sessiste Laura Boldrini e Bianca Berlinguer: «Non cadete così in basso, perché ci ha già pensato madre natura». Insomma, un bel biglietto da visita.

La visione parziale di Bogdan Tibusche e l’accusa a Laura Boldrini

Oltre a essere scorretto nella forma, Bogdan Tibusche offre un’informazione parziale. Laura Boldrini, infatti, si è astenuta (come ampiamente anticipato dalla stessa deputata nei giorni precedenti all’arrivo in aula del pacchetto di norme) sul voto finale al Codice Rosso – che è un insieme di provvedimenti, che riguardano diversi aspetti del soccorso alle donne in casi di violenza -, ma ha votato a favore dell’emendamento sul revenge porn. Emendamento che – come vi abbiamo raccontato – era stata lei stessa a presentare il venerdì (respinto per 14 voti) e che poi è stato ripresentato il martedì successivo, ottenendo il voto unanime dell’aula. Voto che comprendeva anche quello di Laura Boldrini.

Sull’ex presidente della Camera è stato scritto di tutto e di più. Le sono state lanciate offese sessiste di ogni tipo. Oggi, si arriva anche a muoverle l’accusa di ipocrisia.

[Andrea Bogdan Tibusche (screenshot dal video si Social YV) e Laura Boldrini in fotomontaggio]