Il M5S ha ritirato il taglio della pensione ai sindacalisti

di Redazione | 16/02/2019

pensione
  • In Commissione Lavoro al Senato il M5S ha ritirato un emendamento al 'decretone' per il taglio della pensione ai sindacalisti

  • La proposta prevedeva di rivedere il conteggio dei contributi figurativi negli anni di aspettativa

Un passo indietro del Movimento 5 Stelle su una questione considerata cruciale, quello del taglio delle pensioni ritenute ingiustamente alte. Il partito guidato da Luigi Di Maio ha deciso di ritirare l’emendamento al cosiddetto ‘decretone‘ attualmente all’esame della commissione Lavoro del Senato che prevedeva il taglio delle pensioni dei sindacalisti. La misura, insomma, non arriverà per il momento, viene rinviata.

Il M5S e il ritiro del taglio della pensione dei sindacalisti

La proposta di modifica prevedeva di rivedere il conteggio dei contributi figurativi negli anni di aspettativa per attività sindacale e il progressivo ricalcolo contributivo dell’assegno per chi già percepisce un trattamento pensionistico secondo il vecchio sistema retributivo. La proposta aveva avuto anche l’alt della commissione Bilancio, che valuta i profili finanziari delle modifiche.

(Immagine da archivio Ansa)