Salvini è triste perché Pamela Anderson «non ci sarà»

di Gaia Mellone | 06/12/2018

matteo salvini pamela anderson
  • Pamela Anderson aveva twittato contro Matteo Salvini e Emmanuel Macron

  • Matteo Salvini ha condiviso su Instagram il suo rammarico per l'attacco dell'attrice americana

  • Da «affezionato fan e spettatore di Baywaych» il vicepremier si dispiace: «Ahimè, neanche lei ci sarà»

Pamela Anderson è entrata a gamba tesa sul tema dei populismi europei, mettendo a confronto Matteo Salvini ed Emmanuel Macron. E con il suo tweet degno di un candidato Pd si è inimicata il leader del Carroccio. Lui però, se ne dispiace amaramente, e su Instagram condivide l’immagine dell’attrice americana esprimendo molto rammarico.

LEGGI ANCHE > Pamela Anderson contro Salvini: offre la sua ricetta per una sinistra moderna

Salvini su Pamela Anderson, «Ahimè, lei non ci sarà»

Anche la bagnina più desiderata degli anni ’90 è finita nel collage dei «non ci sarà». Una strategia comunicativa con cui, con cadenza quotidiana, Matteo Salvini condivide la fotografia di un suo oppositore, politico e non, con la scritta «non ci sarà». Dove? Alla manifestazione organizzata dalla Lega l’8 dicembre in Piazza del Popolo. Dopo il suo tweet incriminato, in cui fornisce una nuova ricetta per risollevare i partiti di sinistra, la bella Pamela Anderson è entrata nella rosa dei non voluti. Ma è un boccone amaro da buttare giù per Matteo Salvini, che scopriamo essere stato un grande fan della serie sui bagnini con i costumi rossi. Sul suo profilo ufficiale Instagram, il vicepremier ha virgolettato il tweet,  «Salvini non è la soluzione, le tendenze attuali in Italia mi ricordano gli anni ’30», aggiungendo l’emoticon di una faccina scioccata. E poi, l’amarissimo commento: «Ahimè, con dolore, da affezionato spettatore e fan di #Baywatch, lei questo sabato a Roma non ci sarà» e via alla faccina desolata.  Forza Matteo, sarà per la prossima volta.

https://www.instagram.com/p/BrDL_vMnnDB/

(Credits immagine di copertina: post condiviso su Instagram da Matteo Salvini)