La richiesta sessista alla vincitrice del pallone d’oro femminile durante la premiazione | VIDEO

di Gianmichele Laino | 04/12/2018

Ada Hegerberg twerking
  • Ada Hegerberg ha vinto il Pallone d'Oro femminile

  • Durante la cerimonia, il dj Martin Solveig le ha chiesto: "Sai twerkare"

  • Polemiche in rete, poi le scuse e il chiarimento

«Una domanda: sai twerkare?» – se ne esce così il dj Martin Solveig, chiamato a fare gli onori di casa durante la cerimonia di consegna del Pallone d’Oro 2018, avvenuta il 3 sicembre 2018. Lo fa nell’esatto momento in cui a essere premiata è Ada Hegerberg, giocatrice di 23 anni di origini norvegesi.

LEGGI ANCHE > Cosa può comprare Ronaldinho con i 6 euro rimasti sul suo conto in banca

Ada Hegerberg twerking, il video della domanda sessista

Il twerking è quel tipo di danza in cui, chi la esegue, deve agitare in maniera molto vistosa il sedere. Insomma, non proprio una richiesta adatta. Anzi, una vera e propria caduta di stile. La domanda è: perché, tra tutte le cose che potevano passare per la mente al conduttore che stava premiando la migliore calciatrice al mondo, non ha trovato niente di meglio da chiederle di agitare il suo sedere in mondovisione?

Chi è Ada Hegerberg e come ha preso la domanda sessista sul twerking

La Hegerberg è stata visibilmente infastidita dalla richiesta, tanto da lasciare il palco subito dopo con un’espressione sul viso che raccontava tutto. Successivamente, il dj Martin Solveig si scuserà, dicendo di averle chiesto semplicemente di ballare sulle note di una canzone di Frank Sinatra e che la sua domanda non aveva nulla di sessista. Nel tweet di scuse, Solveig ha affermato di avere rispetto per le donne e ha voluto fare nuovamente i complimenti alla calciatrice norvegese per il prestigioso traguardo individuale raggiunto.

Ada Hegerberg è una straordinaria atleta, attaccante della propria squadra di club e della nazionale. È riuscita a portare ai massimi livelli la squadra femminile dell’Olympic Lyon, con la vittoria del campionato francese e della Champions League. Quando le hanno chiesto un commento sulla vicenda, ha ammesso di essersi chiarita con il dj Solveig: «Non ho considerato le sue parole come una molestia sessuale – ha detto -. Ero soltanto felice di aver vinto il Pallone d’Oro. Per me è un traguardo incredibile: voglio comunicare a tutte le ragazze del mondo il messaggio di credere in loro stesse per raggiungere questo tipo di risultati».

(Credit Image: © Lewis Gettier/ISIPhotos via ZUMA Wire)