Wilma De Angelis «fregata» da Telemontecarlo

di Enzo Boldi | 23/11/2018

Wilma De Angelis
  • Wilma De Angelis ha un assegno pensionistico di soli 800 euro

  • Telemontecarlo non aveva l'obbligo di versare i suoi contributi all'Italia

  • Situazione simile anche per Enzo Paolo Turchi e Giucas Casella

Quando si parla di pensioni, anche i vip piangono. Alle innumerevoli denunce pubbliche da parte di attori, cantanti, showgirl e conduttori vari, si aggiunge anche quella di Wilma De Angelis che, intervistata dal settimanale Spy, ha spiegato di vivere sulla soglia della povertà con un assegno mensile da soli 800 euro. La colpa, secondo la cantante milanese classe 1930, è di Telemontecarlo che non ha mai versato i suoi contributi pensionistici all’Inps.

LEGGI ANCHE > Davide Casaleggio «testimonial» della Samsung

«I diciotto anni a Telemontecarlo sono andati quasi tutti persi – ha spiegato Wilma De Angelis -. La sede allora era proprio a Montecarlo e non avevano l’obbligo di versare i contributi a chi lavorava in ItaliaQuesto mi ha un po’ fregata». Nonostante tutto ciò, la tenace cantante milanese, sulle scene dal lontano 1956 dopo una gioventù passata a fare la gavetta nelle balere del capoluogo lombardo, ha detto di non lamentarsi della sua situazione economica perché in Italia c’è chi sta peggio di lei.

Wilma De Angelis e la pensione da 800 euro

La scoperta di quel bassissimo assegno pensionistico è arrivata qualche tempo fa e la sorpresa non è stata delle migliori: «Quando sono andata a richiedere la pensione non avevo neppure 1600 giornate lavorative versate in tutta la mia vita, eppure ho cominciato a lavorare a 16 anni». Nonostante la sua carriera poliedrica, che l’ha vista partire dal canto, passando per gli spettacoli teatrali, la televisione, fino ad arrivare ai programmi di cucina, quindi, è stata completamente vanificata. Non per la fama e l’affetto dei fan, ma per via della pensione.

Con lei anche Giucas Casella ed Enzo Paolo Turchi

Il settimanale Spy ha raccontato le storie di altri vip che hanno denunciato il loro povero fine carriera: da Enzo Paolo Turchi (che vive con un assegno mensile da 740 euro), a Giucas Casella (in linea con la pensione percepita ogni mese da Wilma De Angelis). Tutti con contribuiti più bassi rispetto a quanto pensavano di meritare.

(foto di copertina: ANSA/MATTEO BAZZI)