«Desirée cercava un cellulare rubato». Spunta una nuova testimonianza

di Redazione | 24/10/2018

desiree cellulare rubato
  • Afferma di aver visto la sedicenne «tra le tre e mezza e le quattro e un quarto del mattino di mercoledì»

  • Sentite quattro persone dagli inquirenti

  • Secondo il nuovo testimone alla giovane le era stato rubato il cellulare in piazza

Forse Desirée era andata nello stabile abbandonato in via dei Lucani, a San Lorenzo, per recuperare il cellulare che le era stato rubato. Lo racconta a Storie Italiane, su Rai1, una persona che afferma di esser stata in compagnia della ragazza «tra le tre e mezza e le quattro e un quarto del mattino di mercoledì» e di averla salutata «in via dei Lucani, proprio là davanti». Chi ha parlato è un cittadino (presubilmente donna) che vive a San Lorenzo. Ieri sono state sentite quattro persone dagli inquirenti: tre donne e un uomo.

LEGGI ANCHE > Desirée Mariottini e quella vita sospesa: insieme a lei potrebbe esserci stata un’altra ragazza

«Con lei non c’era nessuno. Contro la mia volontà io l’ho lasciata là. Non potevo portarmela via per forza», ha aggiunto la persona nelle dichiarazioni rese al programma. «Perché era a Roma non me lo ha detto -prosegue il racconto – era ancora in giro perché le avevano rubato il telefono in piazza». Rispetto a quella notte, la fonte infine dichiara: «Siamo andati a fare un giro. Abbiamo parlato, abbiamo giocato, abbiamo scherzato. Siamo andati a prendere? io una birra, lei una pizza rossa e un thè. Aveva detto che aveva litigato con la famiglia ma che sarebbe tornata a casa».