Follow JC Go: il Vaticano benedice l’app “acchiappasanti”

di Gaia Mellone | 22/10/2018

  • L'app ricalca il videogioco Pokemon Go

  • Per ora è disponibile solo in spagnolo

  • È stato creato per la giornata mondiale della gioventù 2019 a Panama

Categoria “Avventura”. Sugli store Apple e Android è disponibile Follow Jc Go, la risposta religiosa al popolare videogioco Pokemon Go. Invece dei piccoli animaletti, si possono incontrare «personaggi biblici, santi, beati e evocazioni mariane».

Il gioco Follow JC ha come primo giocatore proprio Papa Francesco

L’applicazione è stata sviluppata dalla Fondazione Ramón Pané in occasione della Giornata della Gioventù Mondiale 2019 che si terrà a Panama dal 22 al 27 Gennaio. Presentata al Papa il 16 ottobre, ha ricevuto anche la benedizione del Vaticano. Ovviamente, il primo giocatore è stato proprio Papa Francesco.  Il gioco permette di scegliere il proprio avatar e, grazie alla realtà aumentata, intraprendere un percorso attraverso la propria città. Per le strade, così come con Pokemon Go, si incontrano santi e indovinelli: per esempio Myriam chiede “sono la regina di Persia?”. Lo scopo è didattico, per avvicinare i più giovani ai dettami religiosi. I santi infatti non possono essere catturati o collezionati, ma porranno delle domande ai giocatori. Se la risposta è corretta, entreranno nel nostro team.

Follow JC, il team evangelico composto da santi e amici

Mentre con Pokemon Go bisognava scegliere la propria squadra (rosso, blu, giallo), con Follow JC la si crea da zero. Ogni membro “reale” del team evangelico può scambiarsi informazioni non solo legate al gioco ma anche agli eventi religiosi sparsi per il mondo, oltre a partecipare in multiplayer alle missioni. Non solo, si potranno anche creare delle nuove sfide per gli altri giocatori. La squadra verrà aumentata dai santi incontrati dai giocatori lungo i percorsi.  Nella descrizione si legge che l’intento è «arrivare preparati al pellegrinaggio di Panama e contribuire alla creazione di un mondo migliore».

Con Follow Jc si possono donare soldi in beneficenza

Creare un mondo migliore quindi, ma non solo sulla realtà virtuale. Conquistando i denari attraverso le sfide individuali, si potrà decidere se trasformarli in valuta virtuale e destinarli a opere benefiche. Attenzione però: per continuare a giocare bisogna nutrire il proprio avatar di «pane, acqua e spiritualità». Anche queste vengono “catturate” durante pellegrinaggi lungo le strade della città, ma solo utilizzando le monete premio. Per poter rifocillare corpo e spirito, bisogna aver completato abbastanza missioni, oppure guardare un video pubblicitario, attività meno profonda ma forse più comoda. Se si sceglie questa opzione, gli introiti andranno proprio alla Fondazione Ramón Pané. Sarà anche opera cristiana, ma il ritorno economico doveva pur esserci.

(Credits immagine: ANSA ; screenshot app Follow JC Go)