|

Scarlett Johansson ha sconfitto la disparità di salario

Scarlett Johansson riuscita a rompere uno dei grandi tabù di Hollywood, eguagliando lo stipendi dei suoi colleghi uomini. A riportarlo sono Hollywood Reporter e Variety, secondo cui l’attrice otterrà 15 milioni di dollari per il suo ruolo di Black Window nel prossimo film Marvel. La somma eguaglia quella dei suoi colleghi “superiori” Chris Evans (Captain America) e Chris Hemsworth (Thor).

Scarlett Johansson, l’attrice più pagata al mondo rompe il divario salariale

All’inizio dell’anno Forbes l’aveva eletta come l’attrice più pagata del mondo: Scarlett Johansson avrebbe guadagnato in un anno 40.5 milioni di dollari lordi, posizionandosi al vertice della classifica. Un vertice però molto lontano dall’omonimo maschile. L’attore più pagato del globo è George Clooney, con una somma pre tassazione di 239 milioni di dollari. Tra le due somme c’è un abisso, che infatti ha sollevato grandi dibattiti sul divario retributivo di genere. Si tratta di un tema più recente di quanto possa sembrare, perché molto tempo le attrici non hanno parlato pubblicamente del problema, la cui discussione si è rinforzata grazie al movimento #metoo. Un primo momento di rottura c’è stato nel 2015 con il discorso di accettazione dell’Oscar come miglior attrice non protagonista per Boyhood di Patricia Arquette. L’attrice, ricevendo il premio ha fatto affermazioni molto forti: « Più invecchiamo, meno soldi guadagniamo, questa è la verità. Che però adesso deve cambiare» aggiungendo che il problema non riguarda solo le attrici, ma tutte le donne. «Abbiamo combattuto per i diritti di tutti gli altri-  continuava – è ora di ottenere la parità di retribuzione una volta per tutte, e la parità di diritti per tutte le donne negli Stati Uniti». Anche Jennifer Lawrence ha detto la sua sul tema, raccontando il motivo per cui è stata pagata molto meno dei suoi colleghi per “American Hustle”: la ragione principale è che «volevo piacere, e ho accettato il contratto praticamente così com’era senza trattare». «Non volevo sembrare ‘difficile’ o ‘viziata‘ – dichiarò in un’intervista – Bradley Cooper, Christian Bale e Jeremy Renner hanno lottato per i loro stipendi e hanno ottenuto il loro risultato». Il timore di non essere presa sul serio, di sentirsi giudicata solo per esigere un compenso equo al proprio valore e al proprio talento sembra affligga solo le donne, anche quelle che non ti aspetteresti mai : «Non riesco a immaginare nessuno che direbbe lo stesso di un uomo denunciando ed esponendo al pubblico il sistema che permetteva la differenza di retribuzione» concludeva Lawrence.  C’è poi stata Reese Witherspoon che durante l’American Cinematheque Awards  ha detto chiaro e tondo «le donne costituiscono il 50% della popolazione e dovremmo interpretare il 50% dei ruoli sullo schermo». 

Scarlett Johansson, con Black Window un’altra vittoria Disney


La notizia che Johansson sia stata pagata esattamente la stessa somme dei suoi colleghi maschi quindi, non può che far onore alla Disney.Lo studio di produzione è anche tra i principali a promuovere film che mettano al centro protagonist femminili: oltre alla serie delle supereroine come Brie Larson nei panni di Captain Marvel, in arrivo nelle sale, altri grandi successi sono stati Maleficient con Angelina Jolie, Frozen, e La Bella e la Bestia con Emma Watson. Ancora non c’è una data di uscita ufficiale per il film dedicato a Natasha Romanoff, la Vedova Nera, ma il ruolo è stato ricoperto dalla Johansson in tutti i capitoli della saga degli Avengers, e potremmo vederla nel quarto film che arriverà nelle sale italiane a maggio 2019.

LEGGI ANCHE >Captain Marvel,il trailer della prima supereroina del cinema Marvel

(Credit Image: Photo by Lionel Hahn/ABACAPRESS.COM)