Il giovane Dario Corallo è il quarto candidato al congresso PD

di Enzo Boldi | 08/10/2018

Dario Corallo, da Facebook

Dopo Nicola Zingaretti, Matteo Richetti e Francesco Boccia, il PD ha un quarto candidato al prossimo congresso del partito. Si tratta del 30enne Dario Corallo. Il nuovo nome giovane arriva dagli studi in filosofia e porta avanti -da sempre – gli ideali della sinistra all’interno dei Dem. Il suo programma è una rottamazione 2.0, con critiche mosse non solo a Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, ma anche ad alcune mosse – secondo lui sbagliate – fatte da Pierluigi Bersani quando era segretario del Partito Democratico.

LEGGI ANCHE > Il consigliere M5S offende i manifestanti del PD: «Si suddividano in diabetici, malati di Alzheimer e di demenza senile»

L’annuncio di Dario Corallo è arrivato sul suo profilo Facebook nel quale il giovane membro della segreteria dei Giovani democratici, ha annunciato la propria candidatura al Congresso PD. A smuovere questa sua scelta, che comunque era già tra le sue idee, è stata la marcia pace Perugia-Assisi a cui il 30enne ha partecipato ieri.

Dario Corallo, quarto candidato al Congresso Dem

«Ve la faccio estremamente breve e arrivo subito al punto: mi candido alle primarie del PD. Lo faccio per una serie di motivi abbastanza semplici e, allo stesso tempo, cruciali. Sono 6 mesi che aspettiamo che qualcuno si renda conto che abbiamo preso il 18%», è l’attacco di Corallo su Facebook. Un richiamo alle «armi» a tutti coloro che hanno a cuore le sorti del Partito Democratico che negli ultimi anni si è perso in lotte intestine e scelte politiche discutibili.

Dario Corallo, i «basta» al Pd

«Basta con un partito forte con i deboli e debole con i forti. Basta con la cooptazione clientelare della classe dirigente. Basta con i notabili che con il controllo di pacchetti di tessere preservano la loro posizione indipendentemente da chi svolge il ruolo di Segretario Nazionale. La rottamazione non c’è stata: è tempo, per noi Democratici di una vera Rivoluzione».

Dario Corallo e il PD diventato una topaia

Il messaggio contro il modo di fare politica del PD negli ultimi anni è ben chiaro e il giovane Dario Corallo richiama i compagni a una mobilitazione che parta dall’interno del partito stesso, diventato negli ultimi anni tutt’altro che un ambiente per condividere idee: «Se in definitiva siete alla ricerca di un partito diverso dalla topaia che vediamo tutti i giorni, uniamoci per far essere davvero nuovo il Partito Democratico!».

(foto di copertina: da profilo Facebook di Dario Corallo)